Confcommercio e Comune di Siena a dialogo su turismo e nuova viabilità
26 Set, 2016
siena-panorama_640x480

Un incontro per parlare di commercio, turismo e non solo. Una delegazione della Confcommercio Siena, composta dal presidente provinciale Stefano Bernardini, dal presidente comunale Marco Tansini, dal presidente Federalberghi Marco Bianciardi e dal direttore provinciale Daniele Pracchia ha incontrato il vice sindaco e assessore alle Attività Produttive Fulvio Mancuso e l’assessore al Turismo Sonia Pallai.

Nell’appuntamento, fissato da tempo, sono stati affrontati numerosi argomenti di reciproco interesse. E’ stata anche l’occasione per chiarirsi, nei rispettivi ruoli, rispetto alle diversità di vedute su alcune tematiche specifiche che nei mesi passati hanno determinato un acceso confronto tra l’associazione e l’amministrazione. Tra gli argomenti, non poteva non essere affrontato anche il tema più recente, ovvero la pedonalizzazione di Banchi di Sopra, Banchi di Sotto e Via di Città.

“Abbiamo trovato nell’amministrazione comunale la volontà di prendere in esame le osservazioni avanzate e trovare una soluzione ai problemi – dice Marco Tansini, presidente delegazione Siena Confcommercio – Questo ci fa ben sperare per una soluzione che possa funzionare compenetrando le diverse esigenze della città. Abbiamo analizzato i diversi aspetti e c’è l’impegno a prendere atto del lavoro che dovrà essere svolto. Nella mia opinione, anche in futuro, è questo il metodo che dobbiamo continuare a sviluppare, ovvero assumere atti di consiglio nel momento in cui il confronto ha avuto un esito positivo e le questioni sono state sviscerate in modo costruttivo”.

“Sottolineo con piacere – fa notare Marco Bianciardi, presidente Federalberghi Siena – come nel confronto che abbiamo fatto sia stata assunta la consapevolezza della necessità di concedere l’accesso dei taxi per accompagnare i turisti che arrivano a Siena con i bagagli. Si tratta di persone che hanno le loro destinazioni in strutture ricettive nell’area interessata alle variazioni. Spesso arrivano con molti bagagli, non un semplice zaino, rendere dunque loro possibile arrivare con il taxi diviene un servizio necessario e fondamentale anche per la scelta di dove alloggiare”.

“Un incontro proficuo – sottolinea l’assessore al Turismo Sonia Pallai – nel quale abbiamo affrontato varie problematiche che intrecciano sviluppo economico, commercio e turismo. Inoltre abbiamo condiviso un metodo di lavoro per meglio operare insieme nel futuro”.

“Grazie a Confcommercio per questa occasione di collaborazione – dichiara il vice sindaco Fulvio Mancuso – che si è anche focalizzata sul tema della vivibilità del centro storico con particolare riguardo alla mobilità e alla pedonalizzazione. Su quest’ultimo argomento, in particolare, sono grato a Confcommercio perché l’incontro, che ha fatto seguito a quello con le categorie interessate che si era tenuto il giorno prima, ha permesso di individuare due correttivi sulla pedonalizzazione di recente approvata dal Consiglio Comunale. Abbiamo lavorato su due importanti proposte: la possibilità per i taxi di accompagnare i clienti nelle strutture ricettive delle aree pedonalizzate e l’estensione della consegna delle merci fino alle ore 10 del mattino esclusivamente per i veicoli elettrici o comunque a emissioni zero”.

I temi prioritari Da quanto emerso dalla riunione, i rappresentanti di Confcommercio hanno ribadito osservazioni e perplessità sul provvedimento, ritenendo prioritario intervenire da subito su alcuni aspetti più delicati. Da questo punto di vista i punti sono l’accessibilità dei numeri di servizio pubblico (taxi), soprattutto in ragione delle esigenze di alcune attività presenti nella strada, senza dimenticare che comunque tutte le attività esistenti (commerciali, turistiche, di servizio) hanno una necessità di raggiungibilità, soprattutto da parte di persone con problemi di deambulazione. L’altro tema in questo momento di assoluta priorità per Confcommercio Siena è quello della consegna delle merci. “La comprensione alle 9,30 della possibilità di accesso e la compressione della fascia pomeridiana rischia di provocare un collasso nel servizio di consegna e disservizi alle attività presenti in zona”, ha fatto notare Confcommercio. C’è la necessità, a detta dell’associazione, di intervenire subito per attenuare i probabili effetti negativi e graduarne i riflessi con una maggiore elasticità. “Importante poi – è l’altro aspetto di attenzione – recuperare, specie su temi di così forte impatto sulle gestioni di attività economiche, un livello di concentrazione che eviti l’adozione di provvedimenti da parte del Consiglio Comunale senza una compiuta analisi dei loro effetti”.

L’impegno dell’amministrazione I due esponenti dell’ amministrazione, su questo tema, hanno dato ampia disponibilità al confronto e di impegnarsi nella ricerca di soluzioni che nell’immediato possono corrispondere in qualche misura alle osservazioni poste.