Coltiva marijuana e viene arrestato mentre la annaffia
9 Set, 2016
marijuana-cannabis-sativa

Si è concluso con l’arresto di un uomo di 46 anni l’operazione dei carabinieri della compagnia di Poggibonsi che da alcune settimane avevano individuato una piccola piantagione di canapa sativa nella periferia di Colle val d’Elsa, nella zona di Mensanello.
Le piante erano state nascoste all’interno di un piccolo bosco ed erano regolarmente annaffiate con fusti di acqua lasciati sul posto e regolarmente riempiti.
Gli appostamenti dei militari sono durati per tutto il mese di agosto, appurando che l’uomo, S.A. le iniziali, campano ma da lungo tempo residente in Valdelsa, si recava regolarmente una o due volte a settimana – il mattino presto prima dell’alba o subito dopo il tramonto, a bordo del proprio veicolo attrezzato all’occorrenza con decine di taniche di acqua – a curare le piantine, che avevano raggiunto un’altezza compresa tra i 100 ed i 180 cm.
Nella serata di ieri i carabinieri si sono appostati nei pressi della piantagione ed hanno aspettato che l’uomo si recasse a curare il proprio “orticello”, sorprendendolo proprio mentre era impegnato ad annaffiare le rigogliose piante con un mix di acqua arricchita con fertilizzante specifico.
L’uomo è stato arrestato ed è scattata poi la perquisizione domiciliare, durante la quale sono stati sequestrati, in un barattolo nascosto in garage circa 300 semi di canapa sativa e numerose confezioni di fertilizzanti di diverso tipo della stessa tipologia di quelle rinvenute, vuote, nella piantagione clandestina.
Il 46enne, operaio, sposato e con precedenti di polizia, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo previsto per la mattinata di oggi presso il tribunale di Siena.