Prima pagina

Biotecnologie: azienda italiana, di successo pronta a trasferirsi a Siena

Potrebbe allargarsi il panorama delle aziende biotecnologiche che operano a Siena. Lo ha svelato il sindaco anticipando il possibile accordo per un investimento plurimilionario. “Non possiamo svelare niente di preciso sulla trattativa che al 90 per cento dovrebbe andare in porto nel giro di poche settimane. Si può però anticipare che si tratterà dell’arricchimento delle capacità nel campo delle biotecnologiche con la possibiltà di un nuovo insediamento a Torre Fiorentina a fianco del polo oggi Novartis e a breve Glaxo, da parte di un’azienda italiana che opera in questo campo. Quello delle biotecnologie è un settore che può portare sviluppo a Siena, ad oggi conta quasi 4000 mila dipendenti che sono di più di quelli del Monte dei Paschi e possono aumentare con investimenti mirati”.
Il sindaco nell’intervista di stamani ha commentato anche la voce sul possibile nuovo aumento di capitale della banca: “Mi auguro che non sia necessario. Le condizioni della borsa che risentono della difficoltà economica del paese renderebbero quasta operazione economica difficile”. E ha parlato anche della candidatura di Siena a capitale della Cultura rispondendo alle affermazioni poco felici dell’ex ministro Tremonti riguardo ai vantaggi già avuti in passato dalla città del Palio. “Tremonti era ministro quando la Fondazione fu autorizzata ad indebitarsi per sostenere l’aumento di capitale e la banca fu costretta ad acquistare cospicue quantità di titoli di stato che con la crisi hanno messo in difficoltà i conti quindi di quali favori stiamo parlando? In vista della decisione della candidatura sembra si guardi di più alle città da rilanciare che ai progetti veri, io lotterò fino alla fine perchè il nostro progetto è interessante e dovrà essere capito dalla commissione chiamata a decidere il 17 ottobre prossimo”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena