Palio

Bartoletti: “Ho fatto tutto da solo, nessuno ha portato rispetto alla Lupa”

Anche i guerrieri piangono, viene da dire parafrasando il titolo di una famosa telenovela del passato. Nel dopo palio, “assediato” nella stalla da amici, conoscenti, familiari e contradaioli in festa, Jonatan Bartoletti  è apparso molto emozionato e commosso, come non lo avevamo mai visto. Commenta il capolavoro che ha appena compiuto con le lacrime agli occhi. Lacrime di gioia sicuramente, ma anche un po’ di rabbia per un periodo non facile che ha vissuto dall’ultima vittoria (nel 2012) ad oggi. “Sono tre anni che ci provo, ho passato anche un po’ di momenti brutti e questo è il premio per non mollare mai e di crederci sempre. Ringrazio la mia famiglia che mi è sempre stata accanto, ringrazio la Lupa, che mi ha dato ancora fiducia”. Un palio che non era cominciato tanto bene, con la sorte che ti ha messo l’Istrice vicino al canape… “No, infatti. Poi anche la cavalla che se le danno noia non ci sta. Sapevo che non sarebbe stato facile, ma sono rimasto male del fatto che nessuno ha portato rispetto alla Lupa e sono rimasto male anche dei discorsi che ho sentito sul mio conto, che sono peso, per esempio. Sono peso finchè non molto i cavalli da corsa, poi quando succede posso vincere anche io!
Ma l’importante alla fine è che abbia vinto e che abbia vinto la Lupa, una contrada con cui avevo un bel rapporto, i rapporti sono quello che conta per me”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena