Prima pagina

Atti vandalici nella Torre, intervento della Lega Nord

Il grido di allarme del Priore della Torre dopo gli atti vandalici che la zona della sua Contrada ha subìto, oltre che un profondo sdegno e dispiacere, non possono non suscitare anche una riflessione da parte mia e della Lega di Siena.

Per il Centro storico, oltre alla necessità che l’Amministrazione comunale provveda ad installare telecamere per la videosorveglianza in ampie zone della Città dando seguito ad una richiesta da noi sempre formulata, appare necessario che proprio le Contrade si riapproprino del loro peculiare e fondamentale ruolo di ente territoriale, partecipando in modo attivo al controllo del territorio. Un’idea, questa, che noi della Lega avevamo già proposto nel 2005 nel corso di una conferenza stampa.

Sotto questo aspetto i contradaioli potrebbero tornare ad essere protagonisti sul tema della vivibilità e della sicurezza urbana, riprendendosi così quel ruolo di naturale controllo del proprio territorio che, in passato, aveva non poco contribuito a rendere la nostra Città vivibile ed a mantenere il decoro urbano.

Purtroppo dobbiamo prendere atto che con lo svuotamento del Centro storico e l’allontanamento dei senesi dai rioni – con il quale si è ingrossato il portafoglio della lobby degli affittacamere, spesso in nero – si è progressivamente stravolto il tradizionale senso civico dei Senesi, il comune sentire come “cosa propria” le mura, i portoni, le proprietà pubbliche e private del Centro storico, trasformando così la nostra Siena in una città degradata anche sotto questo punto di vista, oltre che sotto quello morale.

E’ “Buon Governo” aver permesso che tutto ciò avvenisse? Perché gli allarmi lanciati più volte dal Carroccio sono rimasti inascoltati?

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena