Palio

Ambrosione: “In certi momenti mi sono sentito impotente”

Serata dura quella di ieri per il mossiere Bartolo Ambrosione, che era pronto ad una mossa difficile, anche se forse non fino a questo punto. “Pensavo che sarebbe stata una serata difficile, siamo arrivati al palio molto bene con una bellissima gestione delle difficoltà da parte di fantini e capitani, ma si sapeva che la carriera sarebbe stata una pagina diversa”. Tanti richiami, un’ora e mezzo prima di partire, innumerevoli volte le contrade sono state chiamate fuori dai canapi, tanto che la Piazza ha anche un po’ rumoreggiato. “Giustamente la piazza vuole lo spettacolo, ma io non avevo tante armi. L’unica cosa che speravo mi potesse aiutare era ridare le carte, sbrogliare una situazione che non riuscivo a ricomporre con quella confusione e ricominciare dall’inizio per cercare una calma che non c’era più”. Mai pensato di usare il pugno duro soprattutto con le due contrade che si ostinavano a non rispettare l’allineamento? “I richiami li ho usati da subito ma mi sono sentito in certi momenti impotente, un po’ tagliato fuori dai giochi”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena