Prima pagina

“La rappresentanza in consiglio regionale punto fondamentale del nostro rilancio”

Battaglie politiche, lotte intestine, sgambetti. E’ stato un po’ questo il pd senese negli ultimi 3 anni, nell’era del crollo di un sistema economico politico che ha portato la grande crisi della città. A cercare di rimettere insieme le varie anime e farle convergere in un obiettivo comune è da qualche mese Alessandro Masi eletto segretario dell’Unione Comunale del Pd dopo essere stato sindaco di Sovicille. Per lui il dibattito politico deve abbandonare i personalismi e puntare più sui contenuti, come ha detto nell’intervista ad Antenna Radio Esse. “Ho accettato una sfida importante, la città deve individuare le linee di rilancio che per noi dovranno puntare sulla cultura e la salute. Regione, Comune e Provincia sono riunite nel coordinamento per Siena e dovranno impostare il programma per i prossimi mesi”.  Sulle posizioni a volte divergenti tra il gruppo di maggioranza in Consiglio comunale ed il sindaco Valentini non ne fa un dramma. “Il gruppo consiliare del Pd non ha mai fatto mancare il sostegno in questi 2 anni. Certo la possibilità di governare si guadagna ogni giorno sulla base delle scelte e con questo l’appoggio”. Il Pd cittadino nei giorni scorsi ha emesso un comunicato sul ruolo della Fondazione, Masi chiede più attenzione al tessuto economico senese. “La direzione ha fatto una riflessione approfondita sul fatto che comunque il dovere principale della Fondazione è quello della tutela del patrimonio. Rispetto alla tema della partecipazione della Banca e all’appuntamento che si presenta il richiamo di attenzione è di valutare al meglio le decisioni e le scelte.”
Il segretario comunale ha parlato delle candidature a consigliere regionale in vista delle prossime elezioni. “Non contano i nomi quanto il profilo del candidato che dovrà esprimere competenza e capacità di leggere il nuovo”.
E sulla diminuzione degli scritti al partito, è comunque soddisfatto delle adesioni senesi
“Non c’è una crisi della politica, il cittadino la segue, c’è la crisi dei partiti. L’ultima campagna di tesseramento ha portato circa un migliaio di iscritti. Io dico se in Mille conquistarono l’Italia, noi possiamo fare qualcosa di buono per uscire dalla crisi”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena