Home Slide Show Interviste Podcast Prima pagina

Per l’Intervista della Settimana di domenica 24 luglio, alle ore 12:10, al microfono di Antenna Radio Esse Andrea Gozzi musicista originario di Follonica, ricercatore per Tempo Reale, docente alla Laba di Firenze e fondatore insieme ad altri professionisti con diverse competenze di Mezzo forte, l’impresa che è stata proclamata vincitrice del contest lanciato dal Ministero della Cultura – Digital Library, vinto tra oltre 3mila 300 imprese candidate. Andrea Gozzi racconta ad Antenna Radio Esse quali sono le attività di Mezzo forte, impresa che studia progetti di realtà acustica nata nel 2019 dall’idea di un team di sound designer, ingegneri del suono, sviluppatori e ricercatori, con lo scopo di mettere la loro esperienza pluriennale nel campo dell’audio 3D a servizio della cultura, dell’arte e dello storytelling. In breve tempo il team si estende ad un network internazionale di musicisti, compositori e performer che garantiscono la più alta qualità dei contenuti proposti. Mezzo Forte si occupa di progetti legati alla realtà acustica aumentata a servizio di musei, spettacoli, concerti e visite guidate, sempre in un’ottica di innovazione, crea esperienze immersive su misura, costruisce i contenuti e il sound design, realizzando l’infrastruttura tecnologica, per consentire a qualsiasi progetto di acquistare una nuova dimensione attraverso il suono. Ma dove provare una di queste esperienza che ci ha raccontato Andrea Gozzi? Oltre a tanti lavori fatti a livello internazionale – perché Mezzo forte è una sorta di non luogo che dialoga con il mondo – concretamente per vivere una di queste straordinarie esperienze si può andare in provincia di Grosseto, al Mubia, il parco delle Biancane di Monterotondo Marittimo, dove Mezzo Forte ha creato l’audioguida con il sistema di percezione del suono attraverso le cuffie a conduzione ossea che sfrutta attuatori elettromagnetici per mettere in vibrazione le ossa del cranio, generando un suono che viene percepito direttamente dagli organi uditivi interni. In questo modo si crea un doppio sistema in cui l’ascoltatore percepisce sia i suoni dell’ambiente circostante, sia quelli artificiali, creando un continuum sonoro ricco e tridimensionale che rende l’esperienza dell’utente personalizzata, unica, aumentata. Ma si può andare anche a Follonica, al Teatro Fonderia Leopolda, dove grazie al progettoAcchiappafantasmi si possono scoprire i suoni tipici nella storia di alcuni luoghi della cittadina balneare.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

4 Luglio 2024, la cronaca

Ad

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena