Volley A2: gara stellare per la Emma Villas Siena contro Bergamo
16 Mar, 2017
emma-villas-siena-kemas-lampel-santa-croce-108

Altri tre punti per la Emma Villas Siena che gioca una grande partita al PalaEstra contro la Caloni Agnelli Bergamo e prolunga a tre la striscia di gare vittoriose consecutive. I biancoblu tengono alte percentuali in attacco e forniscono un’ottima prestazione a muro e anche al servizio.

Coach Tofoli conferma il sestetto con Fabroni e Padura Diaz sulla diagonale, Vedovotto e Russomanno come bande, Spadavecchia e Patriarca al centro, Cesarini libero. Coach Graziosi risponde con Jovanovic e Hoogendoorn come palleggiatore ed opposto, gli schiacciatori titolari sono Pierotti e Cavuto, i centrali Luppi ed Erati, il libero De Angelis.

E’ buono l’approccio alla sfida da parte dei senesi. Hoogendoorn all’inizio non incide, mentre Vedovotto e Padura Diaz cominciano il match senza errori. Siena si porta sul 5-2, ma subisce il controparziale dei bergamaschi che trovano soluzioni positive soprattutto al centro. Il servizio senese anche stasera funziona bene: con il turno in battuta di Spadavecchia e di Fabroni la Emma Villas mette in seria difficoltà la ricezione della Caloni Agnelli. Il capitano e palleggiatore senese trova anche un ace che porta il punteggio sul 12-6. Russomanno intanto si fa notare per un gran bel muro. Coach Paolo Tofoli alterna Andrea Cesarini e Leonardo Battista, come aveva fatto anche nella precedente sfida giocata a Mondovì. Siena attacca bene, con alte percentuali, e Vedovotto non sbaglia un colpo. Quando Russomanno mette la palla a terra con un lungolinea coach Gianluca Graziosi chiama time out: il punteggio è sul 19-12. Il servizio è ancora un’arma importante per Siena questa sera, e la Emma Villas sta giocando un grande parziale anche a muro, dove i centrali biancoblu riescono a toccare i colpi degli schiacciatori avversari. Quando Hoogendoorn sbaglia la battuta sembra fatta per il primo set. Ci pensano ancora Patriarca e Vedovotto e infine Russomanno a chiudere il primo parziale sul 25-18. Vedovotto e Russomanno chiudono il primo set con il 67% in attacco, Padura Diaz addirittura con il 75%.

Il secondo set comincia sulla stessa falsariga del primo, con Siena che batte bene e con Padura Diaz che trova anche un ottimo ace. La Emma Villas passa in vantaggio, ma poi sbanda e subisce il controbreak dei bergamaschi. E’ ancora il servizio a togliere le castagne dal fuoco per i senesi, e questa volta è con il turno di battuta di Russomanno che arrivano risultati importanti e con essi anche il nuovo vantaggio della Emma Villas: 12-11. Rispetto al primo set si è scaldato anche l’opposto olandese della Caloni Agnelli, che adesso va a segno un po’ in tutti i modi. Filippo Vedovotto, dal canto suo, continua ad essere una sentenza mostrando ottimi colpi. Ed ecco, poi, ancora il servizio dei senesi: Spadavecchia crea ancora problemi alla ricezione ospite: 15-15. Fabroni crede nelle veloci e il collegamento con Stefano Patriarca produce altri due punti in casa senese: 18-17. Lo stesso “centralone” dei biancoblu e Russomanno sono i protagonisti del tentativo di allungo senese. Poi ancora servizio e muro: la battuta è del “Fabro” (un altro ace), la murata è di Spadavecchia. Ed è ancora Fabroni con il servizio a mettere il marchio sul 25-19. Sono stati 5 gli ace senesi in questo set.

Il buon andamento al servizio per Siena viene confermato in avvio di terzo set da Filippo Vedovotto. Leonardo Battista è autore di ottimi interventi e riceve gli applausi del pubblico del PalaEstra. In attacco brillano Williams Padura Diaz e Renato Russomanno. Con il quindicesimo punto della sua gara, l’opposto cubano fa toccare il 13-6 al team allenato da coach Paolo Tofoli. In questo frangente di gara i due palleggiatori vanno molto a cercare i rispettivi opposti e tra Padura Diaz e Hoogendoorn sembra una gara nella gara. La Caloni Agnelli dà il tutto per tutto per prolungare la sfida, Cioffi prima mura Russomanno e subito dopo mette a terra una veloce servitagli da Jovanovic. Sul 19-16 coach Paolo Tofoli chiama time out per parlare con i suoi giocatori. Ma l’inerzia adesso è dalla parte dei lombardi, con Pierotti che riduce ancora le distanze. E dopo un errore dell’attacco senese arriva il pareggio: 20-20. Bergamo sta giocando bene e approfitta degli errori senesi, il momento è della Caloni Agnelli che si porta avanti sul 20-22. Il match si infiamma con Hoogendoorn e Noda Blanco, appena entrato, autori di colpi d’alta scuola. Si va ai vantaggi, con Siena che annulla due set point agli avversari con Padura Diaz e Patriarca. Il muro di Fabroni regala un match point che Siena non fallisce. Finisce 29-27, tre set a zero per la Emma Villas.

Emma Villas Siena – Caloni Agnelli Bergamo 3-0 (25-18; 25-19; 29-27)

EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 7, Noda Blanco 1, Vedovotto 10, Gradi, Padura Diaz 20, Patriarca 9, Russomanno 10, Cannistrà, Braga, Spadavecchia 6, Di Tommaso, Cesarini (L), Battista (L), Menicali. Coach: Tofoli.

CALONI AGNELLI BERGAMO: Luppi 7, Innocenti, Marsili 1, Pierotti 9, Cavuto 9, Cioffi 4, Franzoni (L), De Angelis (L), Carminati, Hoogendoorn 11, Erati 5, Gamba, Jovanovic. Coach: Graziosi.

Video Check: richiesto nel primo set da Siena sull’11-7 (decisione cambiata) e sul 19-14 (decisione cambiata); richiesto nel secondo set da Bergamo sul 5-1 e sul 9-5; richiesto nel terzo set da Bergamo sul 4-2, sul 18-12 (decisione cambiata) e sul 20-17 (decisione cambiata) e da Siena sul 7-2 e sul 17-13.

Spettatori: 1.100.