Prima pagina

Vigni: “La condanna dimostra quanto siamo arretrati”

La corte di Strasburgo punisce il bigottismo italiano per non aver riconosciuto le unioni gay. Un argomento che il nostro paese non è riuscito ad affrontare con atti concreti mentre negli altri stati si hanno già leggi ad hoc. “La condanna è un dispiacere per il nostro paese perchè dimostra quanto siamo arretrati – ha detto Simone Vigni, consigliere comunale, ai microfoni di Antenna Radio Esse – e apre una riflessione sul concetto che tutti i cittadini sono uguali e devono avere gli stessi diritti e doveri. L’opinione pubblica è molto più avanti di quanto si creda, il cambiamento di mentalità nei confronti delle coppie gay è già avvenuto e la sentenza emessa da Strasburgo deve accelerare il percorso parlamentare. Già da tempo il premier Renzi, tramite la senatrice Cirinnà, ha intrapreso questo percorso, con mille difficoltà, perchè sono argomenti delicati e si sta facendo un buon lavoro”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena