Prima pagina

Un convegno svela i segreti del Castello di Monteriggioni

Dante lo cita nella «Divina Commedia», un videogame cult tra le giovani generazioni – «Assassin’s Creed» – lo sceglie come scenografia d’eccezione tra mille possibili location, la via Francigena lo attraversa, portando ogni anno un gran numero di pellegrini al suo interno, i turisti lo adorano e vengono da tutto il mondo per soggiornarvi.

Quello di Monteriggioni è uno dei Castelli più belli al mondo, caratterizzato da un’iconografia inconfondibile e da un paesaggio circostante che è tra i più affascinanti della Toscana.

In occasione degli 800 anni dalla sua fondazione il Comune di Monteriggioni ha deciso di prolungare i festeggiamenti iniziati nel marzo 2014 con un nuovo, interessante appuntamento intitolato «Monteriggioniottocento 1214-2014».

Venerdì 17 ottobre, infatti, nelle sale del complesso abbaziale di Abbadia Isola il Comune di Monteriggioni organizza un convegno durante il quale un gruppo di studiosi di livello internazionale spiegherà al pubblico le origini del Castello, che per secoli fu utilizzato come fortificazione militare avanzata della Repubblica di Siena nei confronti di Firenze.

«Ognuno di noi è alla ricerca delle proprie origini – spiega Raffaella Senesi, Sindaco di Monteriggioni – e anche un’amministrazione comunale ha il bisogno e il dovere di indagare il proprio passato e di scoprire da dove proviene la sua comunità, anche per capire meglio certe problematiche contemporanee. Monteriggioni, in particolar modo, è un Comune atipico, nato come fortificazione militare della Repubblica di Siena contro i fiorentini. Quindi presenta caratteristiche molto peculiari, che è importante studiare e mettere in luce. L’occasione è questo importante convegno che vede protagoniste personalità di altissimo livello provenienti da tutta Italia e contributi anche dall’Università di Oxford. Di sicuro, da questo incontro di menti, emergeranno interessanti scoperte e le origini di Monteriggioni saranno finalmente più chiare. I risultati saranno poi trascritti dal Comune in un libro monografico».

L’incontro si aprirà di mattina, alle 9.30, con i saluti istituzionali e verrà poi moderato da Duccio Balestracci dell’Università di Siena.

Sarà quindi Paolo Cammarosano, medievista dell’Università di Trieste e autore di un’importante monografia su Monteriggioni, a ripercorrere i tratti generali della storia del Castello. Dopo di lui, storici e archeologi tracceranno il quadro della storia di questo territorio dall’età classica in poi. Giuseppina Carlotta Cianferoni (Soprintendenza Archeologica della Toscana) parlerà di «Monteriggioni prima di Monteriggioni: territorio ed archeologia in età pre-medievale» mentre Marco Valenti, docente di archeologia post-classica all’Università di Siena, tratterà il tema «L’alto medioevo tra Val di Merse e Valdelsa: una prospettiva archeologica».

Un’attenta analisi storica e filologica della lapide che certifica l’anno di fondazione dell’insediamento fortificato sarà svolta da Marialuisa Bottazzi, epigrafista e docente all’Università di Trieste.

Nel pomeriggio poi, dalle 15, altri storici si alterneranno sotto il coordinamento di Cammarosano.

Paolo Pirillo, medievista dell’Università di Bologna contestualizzerà Monteriggioni nel fenomeno delle terre di nuova fondazione e delle aree di frontiera. Mario Marrocchi, dell’Istituto Storico Germanico di Roma, parlerà del contributo delle pergamene di Isola per la conoscenza del fenomeno signorile mentre Marco Merlo, del Centro di Ricerca sulle Istituzioni e Società Medievali di Torino, racconterà di come Monteriggioni sia stata la protagonista di ogni guerra contro Firenze, fino al 1554, con l’intervento «Monteriggioni in prima linea».

Le conclusioni della giornata di studio saranno affidate a uno dei medievisti più conosciuti e stimati a livello internazionale: Chris Wickham, docente all’Università di Oxford, profondo conoscitore della storia medievale italiana, da lui studiata sul versante della documentazione scritta e di quella archeologica.

 

INFO. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’ufficio turistico di Monteriggioni, tel. 0577. 304834, email. info@monteriggioniturismo.it, sito internet. www.monteriggioniturismo.it

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena