Prima pagina

Uffici postali, la Uilposte Toscana proclama lo sciopero delle prestazioni straordinarie fino al 25 maggio in tutta la regione

Sarà ancora sciopero delle prestazioni straordinarie in tutti gli Uffici Postali della Toscana. A proclamarlo è la Uilposte Toscana, dopo che l’azienda si è rifiutata per l’ennesima volta di rispondere in modo adeguato alle criticità e i disagi che affliggono i lavoratori e le lavoratrici. L’agitazione è cominciata l’8 maggio scorso e andrà avanti fino al 25 maggio prossimo.

“Siamo a proclamare l’ennesima agitazione perché ad oggi l’azienda si è dimostrata del tutto inadempiente rispetto ad alcune problematiche che riguardano i lavoratori, ma anche i cittadini – spiega il segretario generale Uilposte Toscana, Renzo Nardi – Non possiamo accettare la cronica carenza di personale, aggravata dai pensionamenti, né la decisione unilaterale sul passaggio delle inesitate, cioè il ritorno della consegna di raccomandati e atti giudiziari non consegnati negli uffici postali. A lavoratori e cittadini servono risposte da Poste Italiane che ad oggi non arrivano.

In particolare, tra le criticità Uilposte Toscana segnala:

La gestione del passaggio delle inesitate (raccomandate e atti giudiziari) negli uffici postali, senza un’adeguata formazione del personale e con pesanti ricadute sul carico di lavoro degli sportellisti
I continui distacchi, le trasferte e gli straordinari del personale, per sopperire alle carenze strutturali, ultimamente peggiorate dall’alto numero di esodi incentivati
Le continue e indebite pressioni commerciali che non rispettano né il protocollo nazionale fra azienda e OO.SS. né tanto meno, la dignità dei lavoratori
L’ applicazione non corretta del vigente accordo regionale sulle ferie
La totale assenza di un preventivo e risolutivo monitoraggio delle condizioni climatiche degli uffici postali, dopo quanto successo questo inverno e in previsione della prossima estate

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena