Siena Jazz: un fine settimana pieno di appuntamenti
6 Dic, 2017
siena-jazz-aula-e-studenti-2

Il prossimo fine settimana ferve di attività per l’Accademia Siena Jazz: mentre si avviano verso la conclusione i festeggiamenti del quarantennale della nascita dell’istituzione senese nascono nuovi progetti e si rafforzano scambi internazionali.

Dal 7 al 9 dicembre la “SJU – Siena jazz University” sarà ospite presso il Conservatorio Superiore di musica e danza di Parigi grazie a un quintetto guidato dal sassofonista Stefano Franceschini, docente di Siena Jazz e formato da quattro studenti selezionati fra i migliori del corso di diploma accademico: Andrea Del Vescovo (tromba), Luca Sguera (pianoforte), Pietro Paris (contrabbasso) e Dario Rossi (batteria).

Il quintetto suonerà insieme agli studenti francesi e si esibirà l’8 dicembre nella sede del prestigioso Istituto Italiano di Cultura di Parigi, rappresentando l’Italia e rinsaldando il pluriennale rapporto di collaborazione tra Siena Jazz e il conservatorio parigino.

Anche il presidente e direttore artistico Franco Caroni sarà presente a Parigi per incontrare il direttore del dipartimento di jazz del conservatorio superiore e sviluppare il progetto nato a Siena durante il Meeting mondiale delle scuole di jazz della IASJ, che dovrebbe vedere la costituzione di un’associazione internazionale per il jazz di cui faranno parte un gruppo prestigioso di istituzioni europee e statunitensi.

Sempre dal 7 al 9 dicembre a Siena avrà luogo l’ultimo incontro del master “InJaM”, frutto della vittoria del bando nazionale SILLUMINA della SIAE, che vede sette studenti lavorare in aula con il sassofonista statunitense Logan Richardson. A conclusione delle lezioni sarà realizzato un CD musicale e in questa occasione, domenica 10 dicembre, gli studenti si esibiranno nel Bastione San Filippo: sul palco con Logan Richardson saliranno Tommaso Iacoviello (tromba), Sigi Bear (sassofono), Danilo Tarso (pianoforte), Giancarlo Pirro (chitarra), Ferdinando Romano (contrabbasso), Michele Andriola e Lorenzo Bonucci (batteria).

Nelle stesse giornate, sempre a conclusione del Bando SIAE altre due delegazioni di studenti di Siena Jazz, accompagnate ciascuna da un docente, saranno in viaggio per il Conservatorio di Trento e per il Conservatorio di Rovigo. Anche questi due conservatori italiani sono infatti partner dell’istituzione senese e ospiteranno gli studenti inserendoli nei loro gruppi di musica d’insieme e facendoli esibire su prestigiosi palcoscenici delle loro città.