Sicurezza a Poggibonsi, dati in calo e attenzione sempre massima
15 Mar, 2018
Bussagli microfono

“Grazie a tutte le forze dell’ordine per il prezioso lavoro che svolgono quotidianamente a tutela della sicurezza di tutti noi. Una presenza costante e percepita in maniera forte dalla nostra comunità. Una funzione che non deve mai essere delegittimata”. Così il sindaco David Bussagli sul tema della sicurezza, oggetto di una interrogazione in Consiglio Comunale. “Abbiamo chiesto alla Prefettura, che ringraziamo anche per la consueta disponibilità, alcuni dati numerici sull’andamento dei furti a Poggibonsi – dice Bussagli – proprio per rispondere ad alcuni quesiti sollevati”. Dai dati trasmessi emerge che il numero dei furti a Poggibonsi è diminuito del 16,63% confrontando i numeri del 2017 rispetto a quelli del 2016. In particolare diminuiscono i furti nelle abitazioni (da 81 a 77), quelli nei negozi (da 48 a 43) e quelli nelle auto in sosta (da 59 a 26). “Emerge una flessione che è positiva – dice Bussagli – ma che certo non distoglie l’attenzione di nessuno, né delle forze dell’ordine né del Sindaco. Sinergia e collaborazione sono fondamentali. Competenze e funzioni sono però diverse e non giova fingere che non sia così perché finisce per delegittimare proprio l’azione delle agenzie statali preposte alla nostra sicurezza”.

“Sulla videosorveglianza abbiamo fatto un lavoro importante per potenziare il sistema presente sul territorio – dice Bussagli – un sistema organico capace di recepire implementazioni costanti e sempre definite con le forze dell’ordine”. Ad oggi il Comune è dotato di un sistema di videosorveglianza che copre numerose aree di ripresa con 65 telecamere. Fondamentale nel marzo scorso l’installazione di oltre venti telecamere nell’area ‘sensibile’ del Vallone, parcheggio interno ed esterno, parco, Fonte delle Fate. Telecamere che sono in corso di implementazione. Stanno per salire a 79 con i nuovi apparecchi che entreranno in funzione nell’area di Salceto grazie ad un progetto di Unicoop Firenze. “Una ulteriore implementazione – dice il primo cittadino – è in fase di definizione grazie all’ultima tranche di contributi che ci vede in graduatoria nell’apposito bando regionale. Altre telecamere dunque che saranno posizionate sempre in coordinamento con chi sul territorio è operativo e quindi con la Polizia Municipale e con le forze dell’ordine tutte, all’interno del Comitato provinciale”.

“A questo si aggiunge un complesso di azioni messe in campo per governare i tanti e diversi fenomeni che incidono sulla percezione di sicurezza – prosegue – e quindi sulla qualità della vita di una comunità. Da qui il lavoro che portiamo avanti con il tessuto associativo, con la scuola, attraverso le politiche per l’inclusione, gli investimenti su sport e cultura. Da qui l’azione di rigenerazione urbana perseguita per restituire alla città spazi pubblici, luoghi dove si costruiscono le corrette relazioni fra persone”.

“Politiche integrate e coordinate, un lavoro da fare su tutti i fronti e una presa in carico collettiva – chiude il Sindaco – L’attenzione resta sempre massima anche con nuovi progetti in fase di costruzione come ad esempio quello per il controllo di vicinato su cui stiamo lavorando e che sarà presto definito. Sempre nella consapevolezza che resta centrale il lavoro e l’impegno delle forze dell’ordine, presenti e attive sul territorio per contrastare ogni forma di illegalità. L’obiettivo è migliorare, sempre, e questo lo si fa se si agisce insieme, in sinergia, ognuno con le proprie competenze e nel rispetto delle funzioni proprie e altrui”.