Home Slide Show Musica

Rubrica Leggerissima: “La signora in giallo” e la nostalgia per Jessica Fletcher

Un’insegnante di inglese di circa cinquant’anni rimane vedova. Per distrarsi dal dolore della perdita del marito, si rifugia nella scrittura e realizza il suo primo romanzo: un giallo. Lo tiene a casa, lì a Cabot Cove, un piccolo borgo marinaro del Maine, e non ne parla con nessuno. Ma suo nipote Grady (il preferito a essere precisi) porta di nascosto il manoscritto alla casa editrice per cui lavora e da quel momento in poi il libro “Il cadavere ballò a mezzanotte” (Hooray for Homicide) diventa un best seller e lei – Jessica Beatrice Fletcher – una scrittrice dalla carriera luminosa.

Inizia proprio così nel 1984 la serie televisiva di grande successo “La signora in giallo”“Murder, She Wrote”: 12 stagioni, 263 puntate + 1 film TV pilota + 4 film TV con la spettacolare Angela Lansbury nel ruolo della scrittrice e detective dilettante (già perché Jessica Fletcher nel tempo libero risolve omicidi veri…).

La serie fu pensata dai produttori Richard Levinson e William Link come la versione statunitense di Miss Marple, famoso personaggio di Agatha Christie presente in 12 dei suoi romanzi e in 20 racconti, ma i possessori dei diritti non lo permisero (il titolo originale è un chiaro riferimento anche al film “Murder, She Said” adattamento del libro “4.50 da Paddington”).

Senza darsi per vinti, con l’aiuto di Peter S. Fischer i produttori “crearono” questa insegnante d’inglese dal piglio investigativo che Angela Lansbury ha reso davvero unica con le sue irripetibili espressioni facciali. Del resto chi meglio di lei nella parte di “un’investigatrice particolare” che, tra l’altro, aveva interpretato anche Miss Marple in “Assassinio allo specchio” nel 1980?

“La signora in giallo” è un telefilm dallo schema sempre uguale eppure vincente: durante uno dei suoi viaggi in giro per il mondo o nella sua piccola e tanto amata cittadina, Jessica Fletcher si ritrova a tu per tu con un caso di omicidio che puntualmente risolve grazie al suo intuito e al talento di “scrittrice” e nonostante gli errori delle indagini ufficiali. Che poi, a pensarci bene, Cabot Cove dev’essere stato un posto terribile in cui vivere con quella media di crimini violenti…

Per chi come me è cresciuta con “La signora in giallo” sa bene che ogni puntata racconta un’avventura che ha un inizio e una fine (sono cioè autoconclusive) e che il sospettato numero 1 non è (quasi) mai l’assassino. Vedere le puntate in ordine temporale quindi non è un obbligo, al più un suggerimento: “La signora in giallo” è una serie lunga che si sviluppa in circa vent’anni e quindi ha un’evoluzione propria che si rispecchia nel personaggio principale di Jessica Fletcher e in quelli secondari che le stanno accanto.

E a proposito di puntate: nella prima, cioè in quella pilota dal titolo “Chi ha ucciso Sherlock Holmes?”– The murder of Sherlock Holmes, andata in onda in Italia nel 1988, Caleb McCallum è interpretato da Brian Keith, lo zio Bill Davis di “Tre nipoti e un maggiordomo”; e tra gli attori con un ruolo minore c’è anche Andy Garcia in una delle sue prime interpretazioni.

Il mito Angela Lansbury, 96 anni compiuti lo scorso ottobre, grazie all’interpretazione di “Jessica” fu candidata a dieci Golden Globe e dodici Emmy Award con un record lunghissimo di nomination nelle categorie Miglior attrice Golden Globe e Migliore serie drammatica Emmy Award.

Aver scelto il piccolo schermo è stata per lei una mossa vincente: invece di doversi piegare a personaggi cinematografici minori, con la “Signora in giallo”, l’attrice britannica con cittadinanza irlandese (e naturalizzata statunitense), consacrò la sua carriera.

Dal 1991, divenne anche produttrice esecutiva della serie e nel 2014 ha ricevuto l’Oscar alla carriera «Per i suoi svariati successi nell’industria cinematografica e televisiva, nel corso della sua lunghissima carriera (oltre 75 anni)» si legge nella motivazione dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences.


#smwriter #bottegascrittura
FB @MerloScrittrice
IG @s.m.writer
TW @MerloSimona

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena