Rapolano Terme: su il sipario al Teatro del Popolo con l’ORT
9 Nov, 2018
A tutta danza ORT

Sarà un viaggio nella musica da danzare, dal Barocco ai giorni nostri, ad aprire la stagione teatrale 2018-2019 del Teatro del Popolo di Rapolano Terme, promossa da Comune e Fondazione Toscana Spettacolo Onlus. L’appuntamento è per sabato 10 novembre, alle ore 21, con A tutta danza, che vedrà protagonista l’Ensemble d’archi dell’ORT, Orchestra Regionale della Toscana diretta da Chiara Morandi, violino e concertatore, con musiche di Respighi, Saint-Saëns, Sarasate, Čajkovskij, De Falla, Brahms, Monti, Bartok e Igudesman.

L’Ensemble d’archi dell’Orchestra Regionale della Toscana presenterà un programma raffinato, un modo originale di rivivere, approfondire e diffondere i grandi classici della musica. È uno spettacolo per tutti, per un pubblico colto, sempre più esigente, e per neofiti curiosi e appassionati.

La stagione teatrale di Rapolano Terme continuerà sabato 24 novembre, ancora alle ore 21, con l’attore e regista Valter Malosti, che proporrà la sua rilettura di Molière / Il Misantropo, adattato insieme al drammaturgo Fabrizio Sinisi. Il cartellone, poi, tornerà a dicembre e riprenderà nel 2019 con nuovi appuntamenti fino al mese di marzo, ospitando sul palcoscenico rapolanese grandi classici riletti e adattati e testi contemporanei scritti dagli stessi autori che ne sono anche gli interpreti.

Informazioni. I biglietti possono essere acquistati presso il Teatro nei giorni dello spettacolo, a partire dalle ore 20.30 oppure contattando i numeri 331-8181776 e 0577-724617 e l’indirizzo di posta elettronica teatrorapolano@gmail.com. Sono previste novità per gli universitari in possesso della Carta dello Studente, a cui sarà riservato un prezzo speciale, e riduzioni per i giovani fino a 30 anni. La Fondazione Toscana Spettacolo, inoltre, in occasione del suo trentennale che ricorre nell’autunno 2019, propone “Aspettando i 30 anni” con iniziative rivolte al pubblico per offrire sempre nuove occasioni di vivere lo spettacolo dal vivo e di raccontare l’esperienza a teatro. Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito www.toscanaspettacolo.it. 

ASCOLTA L’INTERVISTA DEL SINDACO EMILIANO SPANU