Quinto appuntamento di “Arte nell’Orto”
26 Ago, 2014
Burroni Francesco_800x533

I testi classici del Dolce stil novo e della poesia medievale italiana incontrano le atmosfere della musica jazz in “Tanto jazzntile e tanto onesta pare”, il quinto appuntamento di “Arte nell’Orto”, la rassegna di spettacoli promossa da Ares Teatro in collaborazione con la cooperativa La Proposta e inserita nel cartellone dell’Estate Senese.
L’appuntamento è per venerdì prossimo, 29 agosto, alle ore 20, negli spazi verdi dell’Orto de’ Pecci, con la partecipazione del direttore artistico e attore Francesco Burroni e di Alessandro Giachero, pianista compositore e docente alla Fondazione Siena Jazz.
“Il concerto-spettacolo – commenta Francesco Burroni – propone una ricerca al confine tra il linguaggio poetico-parlato e la sua intrinseca musicalità e, allo stesso tempo, sul testo musicato della canzone che va verso la sonorità del recitato. 
Viene qui messa particolarmente in risalto la componente ritmica, metrica e fonetica della poesia formale classica che, utilizzando schemi e strutture definite, veicola una musicalità che accompagna e va oltre il messaggio più esplicito contenuto nel testo”.
La musica jazz non costituirà soltanto un sottofondo, ma accompagnerà il pubblico in un raffinato viaggio melodico all’interno del quale il testo poetico supererà l’apparente contraddizione tra improvvisazione e definizione del testo.
Come di consueto, dopo la performance, intorno alle 21.30, la cena preparata dallo staff dell’Orto de’ Pecci con pizze e ciaccini della casa, trofie al pesto di rucola e pomodorini, scaloppine dell’orto con fagioli all’olio e insalata mista, dolce, vino e caffé. Sono possibili anche piatti alternativi per vegetariani.
Prenotazioni obbligatorie entro la giornata di giovedì 28 ai numeri 0577 222201 – 328 9683976: il biglietto a 25 euro è comprensivo dello spettacolo e della cena. In caso di pioggia, l’iniziativa si terrà comunque sotto la tensostruttura.