Calcio Facebook Posts Home Slide Show Sport

Pahars: “Onorato di allenare un club storico come il Siena. Badesse? Siamo più forti, dobbiamo vincere”

“Sono molto felice di essere qua. Mi trovo in un club storico, per la città, per i tifosi, per il numero di giornalisti qui presenti”. Sono le prime parole di Marian Pahars, l’allenatore che guiderà il Siena in questa seconda parte di stagione dopo le avventure di Gilardino e Argilli. Pahars ha specificato che non farà rivoluzioni, che si confronterà con i giocatori per capire quale modulo utilizzare, così come se continuare con la difesa a 4 o a 3, e sta seguendo la squadra da tre settimane. “La cosa più importante è il risultato”, ha detto il tecnico lettone, “abbiamo già perso troppi punti, adesso è il momento di risalire”. A cominciare da domani, contro il Badesse (diretta integrale su Antenna Radio Esse). “Loro non sono male, hanno attaccanti veloci, ma noi siamo più forti in tutti i ruoli. C’è un solo compito: vincere la partita”, continua Pahars, che poi ha spiegato come la barriera linguistica complichi il suo lavoro, ma “mi impegnerò ad imparare in fretta i termini importanti e poi la lingua”.

Presentato insieme al nuovo allenatore anche il preparatore atletico Sandro Bencardino. “Da senese a 360° sono emozionato. Sono tornato per vivere la mia città, è il momento di cambiare marcia e di vincere il più possibile. Perché a noi senesi piace vincere, e farò comprendere alla società questo nostro dna”.

Del mercato ha parlato il vicepresidente Andrea Bellandi. “I giocatori hanno un valore per noi sufficiente all’obiettivo unico che abbiamo, la Serie C, ma se possiamo migliorare lo faremo. A questa rosa avevamo bisogno di un contributo a livello fisico, siamo stati tartassati da infortuni fino a inizio gennaio, delle novità ci saranno nei prossimi giorni”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

HIT IN TESTA le più ascoltate su A r e

Meteo

Meteo Siena