No alla fusione dei comuni, tra campanilismo e voglia di andare avanti da soli
13 Nov, 2018
fusione no

E’ il giorno dei commenti ai risultati del referendum per la fusione dei comuni e non mancano le polemiche. Nei quattro territori della provincia di Siena, alla fine, ha vinto il campanilismo e prevalso il dissenso. Durante la diretta mattutina, ad Are il vice sindaco di Montepulciano, Luciano Garosi, ha spiegato tutta la sua sorpresa per la scarsa affluenza alle urne: “Forse non siamo riusciti a veicolare il messaggio”.


Deluso il sindaco di Torrita, Giacomo Grazi che parla di “occasione persa”.


Il primo cittadino di Rapolano, Emiliano Spanu, esulta per “Una operazione poco credibile a livello istituzionale”.


Ad Asciano ha vinto il sì ma il sindaco Paolo Bonari è “convinto che ogni comune, a questo punto, debba andare avanti da solo”.