Mens Sana, il Coni restituisce i titoli. Viviani: “Adesso possiamo far valere i diritti degli sportivi senesi”
19 Apr, 2017
scudetto mps_640x426

Il Collegio di garanzia del Coni ha annullato le sentenze di primo e secondo grado pronunciate dal Tribunale Federale della Fip per quanto riguarda la revoca dei titoli conquistati dalla Mens Sana Basket tra il 2012 e il 2013 (due scudetti, due Coppa Italia e una Supercoppa Italiana). Mens Sana Basket 1871 e Polisportiva Mens Sana sono dunque riuscite a far valere le proprie tesi difensive. Adesso bisognerà attendere le motivazioni  che hanno spinto a questa decisione il Collegio di Garanzia, che saranno rese note entro 60 giorni. Il percorso è ancora lungo, ma questo primo passo fa ben sperare in una conclusione positiva della vicenda. Servirà un nuovo processo di fronte alla Fip, ma questa volta Mens Sana e Polisportiva potranno difendersi, a differenza di quanto è accaduto la prima volta, quando furono escluse. “Ancora non abbiamo strumenti per dare una valutazione precisa, perchè ci mancano le motivazioni della decisione del Coni, ha spiegato in diretta ad ARE il presidente della Mens Sana Basket 1871 Andrea Viviani. Da parte nostra comunque, quello che è certo, è che è stata riconosciuta la legittimità della nostra posizione processuale e questo è già un gran passo avanti rispetto a  quello che era successo nei precedenti gradi di giudizio della Fip. Adesso siamo nella condizione di poter far valere i diritti degli sportivi senesi, i risultati che sono stati ottenuti sul campo di una società che rappresentava la città”.