Mens Sana domani a Rieti: vietato sbagliare
30 Mar, 2018
Mens Sana Mecacci stizzito

Riunione tecnica e seduta di rifinitura alle ore 18 al PalaEstra. Questo il programma odierno per la Mens Sana, che domani sera sarà impegnata nella delicata partita a Rieti. Venerdì alle 18.00 si terrà la seduta di rifinitura, che sarà preceduta dalla riunione tecnica.

La squadra partirà per il Lazio domani mattina. Svolgerà la consueta seduta di tiro al Pala Sojurner e alle 20.30 scenderà in campo contro la NPC. A presentare la partita è il coach biancoverde Matteo Mecacci.
“Aldilà del fascino di una sfida storica, come lo è quella contro la compagine reatina, è una gara importante tra una squadra come la nostra che cerca la salvezza diretta e la Npc che cerca di rimanere agganciata al treno playoff. Rieti ha disputato un campionato in linea con le aspettative del suo roster. Una squadra solida con lunghi importanti come Olasewere e Gigli, che ha aumentato la fisicità degli esterni con Andrea La Torre arrivato a sostituire Norman Hassan, consentendo ad un giocatore esperto come Juan Marcos Casini di uscire dalla panchina come uomo di rottura. Giocano una pallacanestro speculativa, cercando situazioni di post basso con i propri lunghi e con i propri esterni, Tommasini ed Hearst, che possono attaccare anche in situazioni di post up vista la loro taglia fisica. Giocano una pallacanestro aggressiva, soprattutto in casa, estendendo la pressione su tutta la profondità del campo e cercando di mettere in crisi gli attacchi avversari con la loro fisicità, giocando al limite del fallo. Una partita difficile dal punto di vista agonistico, che si carica ancora di più dal punto di vista della pressione, perché a questo punto del campionato ogni partita ha un peso specifico non indifferente soprattutto in trasferta”.
Una gara che all’andata vide la Soundreef cadere sul parquet del PalaEstra con il punteggio di 69-81.
“Fu una partita particolare perchè dovemmo fare a meno di Ebanks, con Saccaggi e Borsato che giocarono al limite perché a rischio infortunio muscolare. Partimmo male, ci fu partita vera per 25 minuti, poi venne fuori la fisicità ed il talento di Rieti, andammo in sofferenza dal punto di vista fisica e ci bloccammo. Domani conterà molto l’atteggiamento del corpo. Giochiamo una partita difficile, ma andremo a Rieti consapevoli che dobbiamo pareggiare la loro aggressività e fisicità. Dovremo mettere energia, a partire dalle cose semplici. Loro sono sicuramente più fisici di noi vicino a canestro e dovremo essere bravi a sfruttare il nostro attacco in maniera leggermente diversa dal solito e costruire vantaggi altrove. Un’occasione, per i giocatori che non sono stati performanti dal punto di vista dell’intensità nella scorsa partita contro Reggio Calabria, di mostrare una reazione che è importante per la nostra fiducia e consapevolezza in vista del finale di campionato”.
Una settimana in cui la squadra ha lavorato con impegno in vista della sfida di Rieti.
“Ci siamo allenati quasi al completo, dovendo fare a meno di Ceccarelli che non sarà della partita. È stata una settimana di pressione come è normale che sia dopo una sconfitta come quella di domenica scorsa, ma l’atteggiamento dei ragazzi è stato come sempre molto professionale e ben focalizzato sulla partita. Siamo consapevoli che ci dobbiamo tirare via da questa situazione di classifica con le nostre mani. Dovremo essere bravi a mettere in pratica quello che ci siamo detti e su cui ci siamo preparati per tutti i 40 minuti di gioco”.