Sport

Inizio della stagione spostato al 14 giugno. Il Coronavirus mette in difficoltà il baseball senese.

L’inizio della primavera rappresenta sempre l’arrivo della Regular Season del baseball, con l’odore dell’erba tagliata e della terra rossa che ti danno sempre una carica in più a tutti gli amanti del batti e corri. “La gente mi chiede cosa faccio io in inverno quando non c’è baseball. Ve lo dico cosa faccio. Guardo fuori dalla finestra ed aspetto la primavera”, diceva Roger Hornsby dei St. Louis Cardinals 1915-26. Quest’anno, con l’emergenza Coronavirus, l’inverno del baseball durerà molto. Anche troppo.

Se molti sport, infatti, sono alle prese con una sospensione improvvisa, inaspettata ed anticipata della stagione 2019/2020, per lo sport della pallina con 108 cuciture la stagione annuale rischia di essere seriamente compromessa più di tutti.  L’inizio dei vari campionati, che dovevano iniziare domenica 5 aprile, è prima stato posticipato al week end del 19, per poi essere, addirittura, rimandato nuovamente al 14 giugno, con decisione presa dal Consiglio federale della FIBS, convocato in videoconferenza mercoledì 25 marzo.

La Federazione ha specificato che lo spostamento di due mesi dell’Opening Week 2020 è legato ad una costante verifica di tempi e territori, secondo l’emergenza. Le società saranno sentite in videoconferenza, per riformulare i vari campionati, ma la stagione ormai appare seriamente compromessa.

La società bianconera, che ha disputato l’ultimo allenamento per tutte le categorie martedì 3 marzo, sta lavorando per far tornare a Cuba il tecnico Antonio Acea, che, di fatto, ha partecipato solo ad una manciata di allenamenti con Under 9, Under 12, Under 15 e serie C. Difficoltà enormi si stanno poi registrando, a differenza degli altri sport che si stavano avviando al termine della propria stagione regolare, con le operazioni di rinnovo dei vari contratti di sponsorizzazione, visto che il periodo solitamente demandato al rinnovo dei contratti con i supporters economici del baseball senese è andato a coincidere con l’emergenza Coronavirus e la crisi economica che questa porta con sé.

“Per i ragazzi della serie C”, ha detto il General Manager Francesco Giusti, “ho predisposto un adeguato programma di allenamento, visto che la nostra fase preparatoria è stata improvvisamente interrotta. Per chi si intende un po’ di periodizzazione dell’allenamento, quando stai iniziando la fase della “pre season” e sei costretto ad interromperla improvvisamente e chissà per quanto tempo, è un disastro. Con i giocatori ci sentiamo in videoconferenza, per telefono o tramite Whatsapp, ma ciò nonostante non posso che ribadire le enormi difficoltà per uno sport estivo come il nostro. In questo periodo dobbiamo restare uniti, tenere duro e non mollare. Quando torneremo in campo sono certo che i nostri ragazzi saranno ancora più motivati”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena