Home Slide Show Prima pagina

Il 31 ottobre la passeggiata tra i “folli” che hanno vissuto tra le mura di Siena

Tutto pronto per la partenza, il 31 ottobre, del Trekking Urbano 2021 di Siena. L’evento che si svolge in contemporanea in tutta Italia il 31 ottobre di ogni anno e che vede come Capofila il Comune di Siena, quest’anno è dedicato a “Una sana follia. Alla scoperta del territorio attraverso i suoi bizzarri personaggi”. Un viaggio tra i molti personaggi particolari, eclettici e geniali che nel corso dei secoli si sono distinti a Siena. Tra le tante le storie che verranno raccontate c’è quella di Cecco Angiolieri, spregiudicato e fine poeta, rivale “di penna” di Dante Alighieri, del pittore Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma, una spina nel fianco per molti committenti, che per via delle sue molte stranezze lo avevano soprannominato il “mattaccio”.

Oltre ai folli più conosciuti ci sono anche i matti meno noti, come quelli del Manicomio San Niccolò. Isolati dalla città, ma anche curati con metodi come l’ergoterapia e la ludoterapia che, in alcuni casi, portarono alla luce la creatività di menti non omologate al proprio tempo. Il percorso scelto per il Trekking Urbano 2021 porterà alla luce particolari inediti della città e dei suoi personaggi, con le storie nascoste tra i vicoli del centro storico, gli angoli della città e le mura degli antichi palazzi.

Per partecipare alla manifestazione è obbligatoria la prenotazione. I gruppi saranno composti da massimo 20 persone. (Il noleggio degli auricolari sarà gratuito ed in conformità con le normative sanitarie vigenti).

“Un grande appuntamento che si rinnova in oltre 80 comuni d’Italia – commenta l’assessore Alberto Tirelli – sul solco di quella che è la tradizione del trekking urbano, una modalità di vivere il turismo e il territorio in maniera libera, all’aria parte e ricca di sorprese. Quest’anno stiamo registrando un successo ancora superiore agli anni precedenti sia a livello nazionale sia a Siena dove siamo al lavoro per soddisfare le iscrizioni, circa 300, che stanno arrivando da tutta Italia al punto di integrare il programma previsto”.

Ad entrare nello specifico dell’evento senese sono state Cecilia Mostardini e Rita Ceccarelli. “A questo progetto abbiamo collaborato fin da subito e come guide siamo contente che sia stato riaffermato anno dopo anno, anzi crescendo edizione dopo edizione. L’edizione di quest’anno è particolarmente importante perché arriva dopo un periodo così terribile e rappresenta un’occasione importante per restituire piacevolezza e fantasia a tutti noi, una specie di liberazione dopo tutte le limitazioni a cui siamo stati costretti”, ha detto Mostardini.  “Il tema di quest’anno è la Follia – ha proseguito Ceccarelli -, intesa come quella capacità di essere un visionario, e ogni città racconterà attraverso i suoi personaggi questa ‘Sana Follia’. A Siena lungo il percorso incontreremo alcuni personaggi storici della città tra cui non poteva mancare Cecco Angiolieri, il più simpatico tra i poeti che abbiamo studiato, un trasgressivo che riusciva a dire concetti profondi in modo provocatorio”. Un percorso dunque ricco di sorprese grazie alla collaborazione con le compagnie teatrali Ensarte Teatro, LaLut e Topi Dalmata.

Testimonial. Il testimonial dell’evento è Gianpaolo Fattori, già tedoforo italiano dei XXIII Giochi Olimpici invernali 2018 di Pyeongchang in Corea del Sud, con all’attivo un’esperienza di camminata in solitaria dell’intera Via Francigena, da Canterbury a Roma, macinando zaino in spalla quasi 2.300 km in 78 giorni.

Un progetto europeo. Quest’anno la Giornata nazionale del Trekking urbano ospiterà una delegazione delle città partner di URBiNAT, il progetto finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020 dell’Unione Europea che promuove la rigenerazione di spazi verdi attraverso un percorso condiviso tra pubblica amministrazione, associazioni e comitati e cittadini comuni, e di cui fanno parte Siena, Porto, Nantes, Sofia, Nova Gorica, Bruxelles e Høje-Taastrup. Si tratta di una study visit europea per conoscere questo nuovo modo di fare turismo all’interno delle città, privilegiando gli angoli meno noti e nascosti, e mutuarla come buona pratica anche all’estero.

Il percorso senese. La tradizione vuole che chi beve le acque di Fontebranda sia destinato a diventare bizzarro o dotato di una “sana follia”. Questo quanto si diceva per spiegare alcune stranezze dei senesi! Molti furono i personaggi particolari, eclettici e geniali che nel corso dei secoli si distinsero a Siena. Tante le storie da raccontare: Cecco Angiolieri, spregiudicato e fine poeta, rivale “di penna” di Dante Alighieri, il pittore Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma, una spina nel fianco per molti committenti, che per via delle sue molte stranezze lo avevano soprannominato il “mattaccio”. Aveva anche un portiere molto particolare a casa sua: un merlo indiano. Ci sono poi i matti, quelli del Manicomio San Niccolò. Isolati dalla città, ma anche curati con metodi come l’ergoterapia e la ludoterapia che, in alcuni casi, portarono alla luce la creatività di menti non omologate al proprio tempo. Il percorso scelto per il Trekking Urbano 2021 ci farà conoscere luoghi particolari, personaggi e storie nascoste tra i vicoli del centro storico, gli angoli della città e le mura degli antichi palazzi. Leggende e storie di una Siena “folle” da scoprire camminando sulle lastre. I tour, completamente gratuiti, partiranno dalla mattina del 31 ottobre alle 10.40 ed andranno avanti fino al primo pomeriggio. E’ prevista la possibilità di partecipazione anche con i bambini lungo percorsi speciali studiati per i più piccoli. Maggiori informazioni su www.trekkingurbano.info.

Per maggiori informazioni e prenotazioni:

Comune di Siena . Direzione Turismo, Comunicazione e Commercio Servizio Promozione, Grandi Eventi e TULPS

Piazza il Campo, 1. Tel. 0577 292422/ 2106 / 2128/ 2161. E-mail:trekkingurbano@comune.siena.it

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena