Gli investimenti per i restauri in Cattedrale, finiti i lavori all’altare dei Santi Pietro e Paolo
31 Dic, 2018
Altare della Consulta

Terminato il restauro dell’Altare dei Santi Pietro e Paolo, posto nella navata sinistra della Cattedrale di Siena all’altezza del pulpito di Nicola Pisano. I lavori, iniziati nel giugno scorso hanno riguardato la grande tela che rappresenta la Vergine Maria Assunta in cielo con i Santi Pietro e Paolo, con sullo sfondo la scena di un miracolo compiuto da Pietro in Antiochia, e l’altare risalente al 18esimo secolo.
Con questo restauro si chiudono gli interventi programmati per il 2018 da Opera metropolitana che prevedevano tra l’altro anche il pulpito di Nicola Pisano, il recupero delle “Teste grandi” per la facciata del Battistero, esposte nella mostra “Maestri a rischio” allestita nella Cripta, la messa in sicurezza della tettoia ed il restauro della facciata della Chiesa delle Carceri di Sant’Ansano in via San Quirico, le attività di monitoraggio di tutte le opere sospese del Complesso Monumentale eseguito con l’ausilio di droni e l’intervento degli esperti di EdiliziAcrobatica, mentre sono tuttora in corso le attività di restauro degli arredi lignei della Libreria Piccolomini, affidate alle maestranze di Opera della Metropolitana, e dell’immobile di Via Monna Agnese 13, che dovrebbero concludersi a primavera.
Per l’anno 2019 vengono previsti investimenti per circa euro 3.695.000,00, finalizzati alla manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio e rientranti in progetti, alcuni di durata pluriennale, il cui costo complessivo è stimato in circa euro 8.900.000,00, di cui euro 1.118.000,00 già sostenuti  nel 2018.