Festa della Polizia di Stato, ecco i riconoscimenti al personale in servizio e a chi è andato in pensione
10 Apr, 2019
Polizia

Si è tenuta nel pomeriggio anche a Siena la cerimonia del 167° anniversario della fondazione della Polizia di Stato.
Il primo appuntamento, è stato alle ore 15 presso i giardini de La Lizza, dove si trova il Monumento ai Caduti.
Il Questore Costantino Capuano, accompagnato da una rappresentanza di funzionari e alla presenza del picchetto in armi di poliziotti, insieme al Prefetto Armando Gradone, ha onorato la loro memoria deponendo una corona di fiori al “cippo”.
Subito dopo, nella splendida cornice dell’Accademia Musicale Chigiana, si è svolta la cerimonia vera e propria, con un picchetto di uomini e donne della Polizia di Stato, alla presenza delle rappresentanze delle Forze e Corpi di Polizia, dell’ANPS con labaro e delle altre associazioni con labaro, nonché i Gonfaloni della Provincia di Siena e dei Comuni di Siena, Poggibonsi e Chiusi.
Dopo l’arrivo delle Autorità, dei familiari dei poliziotti e degli ospiti, sono stati resi gli onori al Questore, che ha aperto le celebrazioni passando in rassegna il picchetto, accogliendo poi il Prefetto che ha ricevuto gli onori a sua volta.
Una volta che il Prefetto e il Questore sono entrati nella Sala dei Concerti, musicisti e coristi dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci, hanno eseguito l’Inno d’Italia.
Poi sono stati letti i messaggi augurali del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministro dell’Interno Matteo Salvini e del Capo della Polizia- Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli.
A seguire, l’intervento di saluto del Questore, che nel ricordare i dati relativi all’impegno profuso nell’ultimo anno, di tutte le componenti della Polizia di Stato della provincia di Siena, ha voluto sottolineare: “La frase che adorna il nostro stemma araldico “Sub Lege Libertas” oggi più che mai rappresenta la sintesi del nostro impegno nella convinzione che il rispetto delle regole sia la più sicura garanzia della tutela del bene supremo della libertà di tutti noi”. Capuano ha poi concluso: “Qui si conclude il mio intervento istituzionale, ma consentitemi la libertà di esprimervi un pensiero; vedo di fronte a me i volti di coloro che rappresentano le istituzioni statali, locali, l’associazionismo e il terzo settore, i media, e su quei volti, nella città che si adorna del famoso affresco del Buongoverno, colgo un tratto comune a tutti, l’impegno individuale che diventa sintesi nella comunione d’intenti, ad operare per il bene comune e per me e per l’amministrazione che rappresento è un onore e motivo di orgoglio mantener fede all’impegno preso. Esserci sempre. Grazie”.
Dopo l’intervento del Questore sono stati, quindi, consegnati i riconoscimenti al personale in servizio, distintosi per particolari attività.

encomio solenne all’Assistente Capo Gianluigi Forconi in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Siena:
motivazione
“evidenziando elevate capacita’ professionali e non comune determinazione operativa si distingueva in un intervento di soccorso pubblico a favore di un uomo intenzionato a gettarsi nel vuoto da un ponte”.
Siena 29 agosto 2016

lode al Vice Questore Aggiunto Pietro Ciaramella, dirigente della sezione di Polizia Stradale di Siena
motivazione:
“dirigeva una attivita’ di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di un cittadino magrebino, responsabile di detenzione e trasporto di sostanze stupefacenti, ed il sequestro di venti chili di hashish. dava prova, nella circostanza, di capacita’ professionali.
Pisa, 9 dicembre 2014″

“lode al Commissario Capo Enzo Tarquini, dirigente della Squadra Mobile della Questura di Siena”
motivazione:
“per l’impegno profuso nell’espletare una attivita’ di ordine pubblico in occasione dell’evento artistico-culturale denominato “The Floating Tiers”, tenutosi dal 18 giugno al 3 luglio 2016 al lago di iseo.
Lago d’Iseo (BS) 3 luglio 2016″.

“lode al Commissario Fausto Camisa, all’Assistente Capo Coordinatore Davide Gamberucci, all’Assistente Capo Coordinatore Andrea Mazza, all’Assistente Capo Domenico Comparone, in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e la Squadra Mobile della questura di Siena
motivazione:
“dando prova di capacita’ professionali, espletavano una attivita’ investigativa, che consentiva di disarticolare un sodalizio criminale resosi responsabile di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti, della morte per overdose di un giovane e dell’overdose di altri giovani assuntori di tali sostanze, assicurando alla giustizia 19 soggetti. Siena 17 luglio 2016”
“lode all’Ispettore Superiore Stefano Barbini in servizio presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Chiusi Chianciano Terme”.
“per l’impegno profuso nel coordinare un’attivita’ di indagine che si concludeva con l’arresto di una donna, resasi responsabile del reato di detenzione al fine di spaccio di sostante stupefacenti. Chiusi 9 luglio 2016”.

“lode al Vice Ispettore Mauro Cellini, all’Assistente Capo Mario Pagnozzi, e all’Assistente Capo Fabio Vittozzi e all’Assistente Fabio vaccaro in servizio presso l’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e la Squadra mobile della questura di Siena
motivazione:
“in servizio presso l’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, si distinguevano in un intervento di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due cittadini stranieri responsabili del reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. davano prova, nella circostanza, di capacita’ professionali e determinazione operativa. Siena 4 agosto 2016”.

“lode all’Agente Scelto Diego Cappuccio, in servizio presso l’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della questura di Siena
motivazione:
“dando prova di capacita’ professionali, si distingueva in una attivita’ di polizia giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia un soggetto colpito da ordine di carcerazione e di deferire all’autorita’ giudiziaria quattro individui trovati in possesso di oggetti atti allo scasso. Viareggio (LU), 13 luglio 2016”.
Il Questore ha poi consegnato un riconoscimento al personale della Polizia di Stato collocato in quiescenza:
Sovrintendente Roberto Nanni, in quiescenza dal 1° marzo 2019;
Sovrintendente Capo Umberto Leo, arruolato nel febbraio 1943, in quiescenza dal 1984;
Appuntato Giuseppe Borracino, arruolato nel settembre del 1948, in quiescenza dal 26 febbraio 1982 con ultima sede di servizio presso la polizia stradale di Siena;
La cerimonia è poi proseguita con la consegna di attestati a cittadini che si sono distinti per azioni di particolare senso civico e valore morale, con la consegna al Giovanni Mucci, che ha dimostrato “encomiabile altruismo, umana sensibilita’ e sprezzo del pericolo, prodigandosi nel far uscire dall’abitacolo di un autoveicolo in fiamme, l’anziano conducente, riuscendo a metterlo in sicurezza in attesa dell’arrivo dei soccorsi. Siena, 12 dicembre 2018”.
Successivamente il Questore ha voluto salutare e ringraziare i Vice Questori Alessandra Martini e Mauro D’egidio che dal prossimo 15 aprile, saranno destinati ad altra sede, con l’incarico, rispettivamente, di dirigente della Polaria a Pisa e dirigente Digos a L’Aquila.
Subito dopo l’Istituto Musicale Franci ha eseguito l’Inno europeo.
A seguire, è stato offerto un brindisi augurale con taglio della torta a tutti i presenti, all’interno della Prefettura, con la collaborazione preziosa degli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Enogastronomico” Bettino Ricasoli, che ha suscitato l’apprezzamento degli ospiti per quanto ha realizzato.