Estra e Toscana Energia, prove di “matrimonio”
8 Apr, 2016
piazzi estra

Prove di unione tra Estra e Toscana Energia, le due grandi aziende della distribuzione di gas in Toscana. Nominati gli advisor per valutare se l’operazione può essere un’opportunità di consolidamento in Toscana e di crescita nel resto d’Italia. “E’ un’operazione complessa che va valutata bene – ha spiegato l’ad di Estra Alessandro Piazzi ad Antenna Radio Esse -. Mettendo insieme queste due aziende creeremmo un soggetto di assoluta caratura nazionale, il problema è che ci sono due compagini sociali diverse: mentre la parte senese, aretina e prtese fa riferimento a più di 97 comuni dell’area vasta, la compagine di Toscana energia ha dentro anche un importante socio industriale, Italgas. Se dobbiamo fare un’unione dobbiamo capire che ruolo poi eserciterà il socio industriale e che ruolo eserciteranno invece le componenti toscane. Dobbiamo capire cosa succede. Abbiamo nominato il nostro advisor che è Banca Unicredit, mentre Toscana Energie ha nominato Banca Intesa e valuteranno se ci sono le condizioni perchè il progetto abbia successo. Insieme ci troveremo a gestire oltre un milione di clienti acquisendo una forza maggiore anche nella trattativa di acquisto del gas. Le aggregazioni oggi permettono alle aziende di essere competitive nelle gare d’appalto”.