Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Dichiarazione dei redditi spostata al 30 luglio. Confcommercio: “Decisione che sa di beffa”

“Uno spostamento inutile, che sa di beffa. Ci sono migliaia di imprese che ancora attendono di ricevere i contributi relativi ai mesi scorsi, altre che attendono di ricevere la risposta degli istituti di credito per i finanziamenti, le richieste del fondo perduto sono appena iniziate e chissà quado si vedranno le prime liquidazioni”.

Questo è il giudizio di Confcommercio Siena sul rinvio della scadenza della dichiarazione dei redditi delle imprese dal 30 giugno al 20 luglio.

“Allo stato disastroso dei contributi e dei finanziamenti, si aggiunge lo stato disastroso dei consumi, certificato da tutti a cominciare dell’ISTAT, e la prospettiva di mesi duri davanti a noi con l’incertezza legata alla dinamica del contagio”.

“Sollecitiamo un subitaneo ripensamento, a cominciare dal Presidente Conte e dal Ministro Micheli, per arrivare ai parlamentari ed alle forze politiche. Questa scadenza, in questo momento, è il colpo di grazia per migliaia e migliaia di aziende, che hanno sopportato i tre mesi di chiusura ed ora non chiedono altro che avere un po’ di tempo per rimettere insieme i cocci di questo disastro”.

 

“Abbiamo l’impressione che il famoso bazooka sia stato caricato a salve e siamo ridotti alle armi giocattolo – fa notare l’associazione – Il prossimo 30 giugno scade il termine per la dichiarazione annuale dell’IVA, spostata dal 30 aprile. Quanti saranno in condizioni di farvi fronte? E dopo 20 giorni si fa scadere la più importante e pesante scadenza fiscale dell’anno?”.

 

“Anche la supercommisione di superesperti diretta dal supermanager Colao, nelle sue indicazioni, aveva sollecitato un rinvio della scadenza almeno a settembre. A quanto pare il Governo non sta a sentire nemmeno la Commissione da lui nominata (e pagata) – osserva l’associazione – Proprio un bel risultato”.

 

“Rinviarlo almeno al 30 settembre – dice l’associazione – come fu già fatto lo scorso anno (e non c’era il COVID) è un atto di giustizia e di responsabilità che chiediamo con forza per tutti i nostri soci e per tutti gli imprenditori che cercano faticosamente di tenere accesa una fiammella di speranza”.

 

 

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena