Da Siena Parcheggi più risorse per la manutenzione di strade e marciapiedi
27 Set, 2017
Valentini

Il Consiglio Comunale, nella seduta odierna, ha deliberato in merito alla rideterminazione del canone e ai termini della concessione della Siena Parcheggi.

Il sindaco Bruno Valentini, introducendo all’aula il documento ha ricordato come “il Comune di Siena detenga il 100% del capitale della società, costituita nel 1991 e operante secondo il modello gestionale dell’in house providing, alla quale, nel tempo, sono stati affidati numerosi servizi di mobilità e sosta della città, nell’ambito di una convenzione quadro”.

Il primo cittadino ha riassunto gli atti più recenti che riguardano la determinazione del canone dovuto dalla Siena Parcheggi all’Ente, che nel dicembre 2013 era stato fissato in 800mila euro l’anno, con incrementi successivi legati all’attribuzione alla società di nuovi servizi, dai bagni pubblici nelle strutture di sosta alla concessione dei permessi temporanei, ma non solo. Sono poi stati prorogati ulteriori servizi, con scadenza al 2035: gli affidamenti per il servizio di gestione e circolazione dei bus; gestione accessi ZTL; servizio di vigilanza, controllo e gestione delle ARU; la gestione e la manutenzione straordinaria delle risalite meccanizzate. Nel 2015 alla Siena Parcheggi veniva affidata anche la gestione del servizio di bike sharing elettrico “Si Pedala”.

“L’attuale amministrazione ha lavorato molto sulla promozione e destagionalizzazione degli afflussi turistici nel nostro territorio – fa sapere il Sindaco Valentini – organizzando anche eventi attrattivi in bassa stagione, come la prossima mostra di Ambrogio Lorenzetti, che hanno accresciuto e accresceranno il numero dei turisti, anche in base al rapporto 2016 sul turismo in Toscana a cura di IRPET. È anche per questi motivi che vengono ridefiniti gli aumenti del canone di concessione a carico della Siena Parcheggi che per quest’anno si attesta in 1milione e 480mila, mentre per gli anni dal 2018 al 2040 il canone sarà di 1milione e 500mila”.

“Con la delibera approvata a maggioranza oggi in Consiglio, quindi, il canone che Siena Parcheggia versa al Comune è stato aumentato a 1,5 ml annui, tutti da destinare alla manutenzione di strade e marciapiedi. Quando si lavora bene i risultati arrivano, oggi raccogliamo i frutti di una buona gestione della società, che ha mantenuto ferme le tariffe per i residenti, ma anche per i cittadini del resto della provincia che pagano tariffe agevolate con la tessera Sostapay, ed anzi dal 1 ottobre ridurrà i bollini ZTL e ARU facendo risparmiare ai senesi 400mila euro. Fra gli investimenti di Siena Parcheggi – annuncia il primo cittadino – nuovi bagni pubblici presso il Campino di San Prospero ed un nuovo parcheggio da 130 posti dentro Porta Romana, a pagamento durante il giorno e per residenti di notte”.