Contrade in aiuto ai terremotati, è il turno della Chiocciola
30 Nov, 2016
campo-contrade-norcia-4

Primo giorno nel campo di Cascia per il gruppo dei contradaioli della Chiocciola in missione nelle zone terremotate. Ieri sono arrivati nel paese umbro ed hanno preso le consegne dai contradaioli del Drago che sono ripartiti per Siena dopo aver svolto servizio nelle cucine. “Da un primo impatto mi sembra ci sia una grande organizzazione – ha raccontato ad Are Marco Lotti, segretario del coordinamento dei presidenti delle contrade – siamo una quarantina di persone che devono preparare circa 1200 pasti al giorno, a noi senesi spetta la responsabilità della cucina. Venendo dall’esperienza delle contrade abbiamo esperienza nel cucinare per tante persone, gli altri volontari sono più spaventati da questi numeri. L’impatto peggiore però è stato con il freddo, stanotte la temperatura è scesa a -8 gradi e non siamo riusciti a dormire. Con queste temperature non si riscaldano le tende, capiamo quali difficoltà stanno sopportando queste popolazioni”. campo-contrade-norciaIl mondo contradaiolo ha risposto all’unanimità alla richiesta di aiuto arrivata dalle zone colpite dal terremoto. “C’è stata subito l’adesione da parte di tutte le contrade e siamo riusciti a coprire i turni al 17 novembre al 31 dicembre, comprese le festività. Questo è il mondo del Palio, non solo corse ma anche solidarietà”.