Arrestati i rapinatori della coppia di anziani. Erano tre giovani volontari della parrocchia di Castellina *intervista*
23 Feb, 2018
vitello

Li hanno bloccati a letto, rischiando di soffocarli con cuscino e nastro adesivo, poi li hanno picchiati e derubati. Con tale crudeltà sono stati rapinati nella notte tra il 18 e il 19 febbraio due anziani coniugi, 83 anni lui e 81 anni lei, nella loro abitazione in località Colonna, adiacente a Castellina Scalo,  nel comune di Monteriggioni. Un atto ancora più vile se si pensa che i tre malviventi che si sono introdotti nella loro abitazione erano gli stessi ragazzi-volontari che dalla vicina parrocchia di Castellina Scalo venivano mandati a casa dei due coniugi per dare loro una mano a fare spesa e faccende di casa. Grazie alla collaborazione tra comando di Monteriggioni e Poggibonsi i tre rapinatori sono stati fermati e arrestati per rapina pluriaggravata e lesioni nella notte del 20 febbraio.

I tre sospettati sono stati fermati intorno alle 21 nel momento in cui facevano rientro da Firenze, città raggiunta con la macchina derubata alla coppia di anziani,  a bordo dell’autobus di linea e accompagnati all’interno della casa parrocchiale dove vivono e dove veniva effettuata una immediata perquisizione dei locali in loro uso. Nel corso dell’operazione è stato rinvenuto e sequestrato l’abbigliamento usato dagli stessi nel corso della rapina. 

I successivi accertamenti effettuati, sotto la direzione e il coordinamento del PM Dottor Nicola MARINI, hanno consentito di recuperare l’intera refurtiva sottratta alle vittime, con chiara dimostrazione delle responsabilità delle persone individuate.

Le parole del Procuratore Capo di Siena Salvatore Vitello