Armi incustodite e nascoste sotto al letto: nei guai padre e figlio
6 Mag, 2018
polizia questura siena

Due persone sono state denunciate dalla polizia per violazioni riguardanti l’omessa comunicazione di variazione di domicilio e relativa custodia delle armi. Si tratta di padre e figlio, C.M. di 71 anni, e C.A. di 42, ex guardia giurata, entrambi residenti a Siena.
I poliziotti nel corso di un’attività di controllo, hanno verificato che le armi e il relativo munizionamento, si trovavano in un’abitazione diversa rispetto a quella dove era stata dichiarata la detenzione e, tra l’altro, occultate all’interno di alcuni borsoni da viaggio sotto un letto.
Gli uomini della Squadra Mobile hanno quindi accertato che non erano state adottate tutte quelle cautele per impedire che qualcuno, magari non addestrato all’uso delle armi, potesse agevolmente impossessarsene.
Nel complesso, sono stati sequestrati una pistola Beretta 9×21 e il relativo munizionamento, rinvenute in una borsa di tela, nascosta sotto il letto di una delle camere che compongono l’abitazione, una carabina calibro 30.30, marca Winchester, e una carabina calibro 22, marca Beretta, avvolte in un telo, entrambe trovate all’interno di un armadio, all’interno della stessa camera da letto.
Sono state sequestrate inoltre numerose scatole contenenti circa 250 cartucce.