Affitti: Siena nella top ten delle città più care d’Italia
30 Mar, 2017
siena panorama da Torre del Mangia

Se il 2016 si è concluso come un anno positivo per le compravendite, il mercato degli affitti si mostra più vivace e gode di buona salute, sia a livello nazionale sia puntando la lente sulla sola Toscana. Secondo l’Ufficio Studi di Immobiliare.it (http://www.immobiliare.it), nella regione i prezzi richiesti per gli immobili in affitto sono aumentati del 2% in un anno. Per la locazione di un bilocale da 65 metri quadrati si arrivano a spendere qui 680 euro* al mese, cifra che porta la Toscana a essere la terza regione più cara d’Italia, dopo Lazio e Lombardia (rispettivamente al primo e secondo posto con una spesa di 740 e 720 euro).
Firenze, oltre a vantare il primato di essere la città con gli affitti più cari della regione, con i suoi 600 euro richiesti per un monolocale e fino a 1.120 euro per un trilocale, è anche la più cara d’Italia, seguita da Venezia e Milano. Il capoluogo toscano, inoltre, con un +2,3%, vanta un aumento della domanda maggiore rispetto alla media nazionale (+2,1%). L’offerta invece è cresciuta meno, registrando un +0,3 %, contro il +1,3% registrato a livello italiano.
Tra le 10 città più care d’Italia, troviamo altri due capoluoghi di provincia toscani: Siena e Pisa, rispettivamente al nono e decimo posto. A Siena si è registrato un leggero aumento sia nella domanda (+0,9%) sia nell’offerta (+0,4%), mentre nella città di Pisa la domanda ha avuto una crescita maggiore (+1,6%), rispetto all’offerta (+0,6%). Per la prima, la spesa media per l’affitto mensile di un monolocale è 440 euro, per la seconda 410 euro, mentre per un trilocale si arrivano a spendere rispettivamente 820 euro e 770 euro mensili.
In Toscana, la quarta città più cara è Prato, dove per affittare un monolocale servono mediamente 390 euro al mese, e fino a 730 euro per un trilocale. Si mantengono su livelli simili i costi dei canoni di locazione a Grosseto e Lucca – 340 euro per un monolocale e fino a 640 euro per un trilocale – e a Livorno e Massa – 350 euro per un monolocale e fino a 660/650 euro per un trilocale.
Le città più economiche in Toscana, invece, sono risultate essere Arezzo e Pistoia, dove si arrivano a spendere rispettivamente 320 euro e 310 euro per l’affitto mensile di un monolocale e rispettivamente fino a 590 euro e 580 euro per un trilocale.
Di seguito forniamo la tabella con i prezzi dei principali tagli di immobili nei dieci capoluoghi di provincia della Toscana.