A lezione di cucina contro l’abbandono scolastico: opportunità a Siena per 15 minorenni
16 Mag, 2019
scuola di cucina (1)

Quindici minorenni avranno la possibilità, a Siena, di muovere gratuitamente i primi passi nel settore della ristorazione, grazie a un corso con tecniche didattiche innovative. Si tratta di un’attività finanziata dalla Regione Toscana con le risorse del POR-FSE 2014-2020, nell’ambito di Giovanisì, il programma dedicato all’autonomia giovanile, promossa da Formatica assieme all’ITS “Pellegrino Artusi” di Chianciano Terme e Blu Info.

Il corso “Carta” rilascia un attestato professionale per addetto alla ristorazione: si rivolge ai giovani “drop out”, ovvero quelli che hanno abbandonato anzitempo gli studi superiori. Le iscrizioni sono aperte fino al prossimo 10 giugno. La formazione si snoderà su un totale di 2100 ore, di cui 800 di stage in azienda. Il tirocinio permetterà ai partecipanti di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante le ore di aula e laboratorio. La didattica sarà completamente digitale: i ragazzi non avranno libri ma solo un tablet, fornito in omaggio, tramite il quale utilizzare tutti i materiali utili per recuperare le conoscenze scolastiche di base e quelle specifiche del mestiere. Tra le metodologie utilizzate anche la “gamification”, mutuata dal mondo dei videogiochi, che si propone di sviluppare nei giovani la capacità di apprendimento attraverso il fare squadra e una sana competizione. E poi, ovviamente, tanti laboratori per trattare vari temi: sicurezza, i prodotti e le tecniche di preparazione dagli antipasti al dolce, il tutto con l’apporto di docenti qualificati del settore che contribuiranno alla riuscita del progetto con la loro esperienza.

Le lezioni saranno ospitate nelle aule di “Sienalingue” in via Tommaso Pendola a Siena. Per informazioni e iscrizioni è possibile andare sul sito di Formatica al link https://www.formatica.it/progetto-carta/. Il referente del progetto, Nicola Salemi, può essere contattato ai numeri 3333372845 o 050580187, oppure per mail all’indirizzo salemi@formatica.it.

Ascolta l’intervista di Benedetta Nardi