Emma Villas, ancora una sconfitta. Biancoblù battuti 3-1 a Padova
11 Nov, 2018
Emma Villas Padova-Siena

La Kioene Padova si aggiudica l’incontro per 3-1 e conquista tre punti in classifica. Siena aveva iniziato bene, facendo vedere buone cose nei primi due set. Il primo i veneti lo hanno vinto ai vantaggi (26-24), nel secondo la vittoria è stata della Emma Villas. Il momento decisivo arriva nella parte finale del terzo set quando Padova riesce a far proprio il parziale portandosi in vantaggio. Senza storia poi il quarto set.
Primo set La Kioene Padova è in campo con questo sestetto: capitan Travica in cabina di regia, Torres opposto, Randazzo e Cirovic schiacciatori, Polo e Volpato centrali, Danani La Fuente libero. La Emma Villas Siena risponde con la diagonale palleggiatore-opposto composta dall’iraniano Saeid Marouf e dal cubano Fernando Hernandez, in banda ci sono Yuki Ishikawa e Gabriele Maruotti, al centro Jurij Gladyr e Vincenzo Spadavecchia, in seconda linea a difendere Andrea Giovi.
Il primo punto è senese, opera di Ishikawa a cui risponde subito Torres. Bene anche Hernandez, subito autore di un punto. E’ ancora parità quando Travica innesca Polo che mette a segno la veloce (2-2). Polo è bravo perché pochi istanti dopo realizza anche un servizio vincente. Padova allunga con Torres che approfitta di una disattenzione senese (4-2). Torres è immediatamente “on fire” e butta giù palloni su palloni. Due ace di Randazzo portano il punteggio sull’8-4. Che diventa +5 con il muro di Cirovic su Hernandez. Maruotti inverte la tendenza e blocca il parziale locale con una schiacciata in diagonale. Un paio di errori dei padroni di casa riportano a contatto Siena (10-8). Ora i biancoblu difendono e contrattaccano con profitto, Ishikawa va ancora a segno per il 10-9. Arriva anche il pareggio, che chiude un parziale di 1-6 in favore di Siena.
I biancoblu mettono la testa avanti quando Spadavecchia chiude la porta e dà vita ad un muro vincente (11-12). Ma Padova risponde colpo su colpo: i bianconeri, guidati dal solito Torres, piazzano un controbreak di 7-2 e volano sul 18-14. Ishikawa dalla seconda linea torna a colpire. Cirovic mura ancora Hernandez e un istante dopo Randazzo sbuca al centro e colpisce (21-15). Per Siena entra Vedovotto al posto di Ishikawa. Per Padova entra Cottarelli in battuta, ma il secondo palleggiatore dai nove metri prende la rete. Vedovotto invece va a segno per il 22-18 e si ripete poco dopo per il 22-19. Siena torna sotto e con l’ace di Maruotti riduce ancora lo svantaggio (22-20). Coach Baldovin mette dentro Louati al posto di Cirovic. Siena a -1 con l’ace di Gladyr (23-22). Pareggia Spadavecchia. Lazzaretto, appena entrato, dà il set point ai suoi (24-23). Marouf serve Vedovotto e Pippo non sbaglia nemmeno stavolta. Due punti di Randazzo chiudono il primo set sul 26-24.
I locali hanno beneficiato di 7 punti da Gigi Randazzo (che ha attaccato con il 71%) e di 5 di Torres.
Secondo set Siena inizia alla grande il secondo set. Padova sbaglia molto in attacco, i biancoblu attaccano con profitto con Hernandez e Maruotti e trovano anche muri punto. Ora il gioco della Emma Villas scorre fluido e quando Hernandez va a segno dai nove metri gli ospiti toccano il +7 (6-13). E’ Ishikawa l’anima offensiva di Siena in questo frangente: il giapponese si supera e realizza tanti punti che consentono alla Emma Villas di mantenere il vantaggio. Cirovic porta a 4 i punti di svantaggio dei suoi (15-19). Hernandez colpisce a ripetizione, Ishikawa dà il punto numero 24 (19-24), il cubano chiude il secondo set sul 20-25. Ishikawa è stato autore di 7 punti (con il 70% in attacco), 6 sono stati opera di Hernandez.
Terzo set Spadavecchia è protagonista in avvio di terzo set: molto bella la sua murata che porta il punteggio sull’1-4. Maruotti prima è molto bravo in attacco e poi è favoloso anche a muro quando chiude la porta all’attacco padovano e sigla il punto che vale il +5 senese (3-8). Le bande senesi vanno adesso alla grande: Maruotti e Ishikawa colpiscono senza che la difesa padovana riesca ad opporsi. Con il turno in battuta di Randazzo Padova torna a contatto (10-11). Altri due muri per Siena, prima con Hernandez e poi con Spadavecchia (11-14). Il libero della squadra di casa Danani La Fuente si supera su un pallonetto del neo entrato Mattei, poi è nuovamente Hernandez a colpire. Padova rientra sul 21-21 con la murata subita da Hernandez ma il cubano si riscatta subito dopo con un punto bello quanto difficile. E’ Padova con uno scatto in avanti nel finale ad aggiudicarsi il terzo set (25-23) e a portarsi sul 2-1. Da Randazzo sono arrivati 8 punti.
Quarto set Santiago Danani La Fuente salva un pallone di piede e ne scaturisce un punto di pregevole fattura realizzato da Lazar Cirovic. Quando poi Polo mostra le sue qualità la Kioene si trova avanti di 3 lunghezze (6-3). Travica esalta i tifosi veneti con una murata vincente mentre Randazzo continua a martellare. E bene si sta comportando anche Lazar Cirovic, che sta tenendo alte percentuali. Polo elude il muro senese e realizza il punto numero 17 per i suoi (17-13). Torres chiude il diciannovesimo punto, Randazzo il ventesimo dei padroni di casa (20-14). Quando Torres mura Maruotti Padova tocca il +7 (21-14). Polo va a segno pure dai nove metri. Finisce 25-17. Padova conquista la vittoria per 3-1.
La Emma Villas giocherà adesso mercoledì 14 novembre a Civitanova Marche contro la Lube.

Kioene Padova – Emma Villas Siena 3-1 (26-24, 20-25, 25-23, 25-17)
KIOENE PADOVA: Polo 11, Bassanello (L), Louati, Cottarelli, Cirovic 10, Sperandio 1, Volpato 6, Torres 13, Premovic 1, Travica 1, Lazzaretto 1, Randazzo 22, Danani La Fuente (L). Coach: Baldovin.
EMMA VILLAS SIENA: Giraudo, Cortesia, Spadavecchia 5, Marouf 1, Giovi (L), Gladyr 3, Vedovotto 3, Mattei, Caldelli (L), Ishikawa 16, Fedrizzi, Johansen, Maruotti 12, Hernandez 19. Coach: Cichello
ARBITRI: Andrea Pozzato, Dominga Lot.
NOTE. Percentuale in attacco: Padova 47%, Siena 45%. Positività in ricezione: Padova 43%, Siena 37%. Ace: Padova 9, Siena 4. Errori in battuta: Padova 20, Siena 21. Muri punto: Padova 10, Siena 9. Durata del match: 1 ora e 46 minuti (29’, 26’, 27’, 24’).
Video Check: richiesto nel primo set dall’arbitro sul 22-18; richiesto nel secondo set da Padova sul 5-7 e sul 13-19 (decisione cambiata) e da Siena sul 17-21; richiesto nel terzo set da Siena sul 23-22; richiesto nel quarto set da Siena sul 16-12.
Spettatori: 2.332.