La Notte dei Ricercatori porta la scienza nel cuore di Siena
27 Set, 2016

Venerdì prossimo, 30 settembre, tornerà a Siena la Notte dei Ricercatori, la grande festa, celebrata in contemporanea in 300 città di 24 Paesi del continente, che animerà il centro storico con decine e decine di iniziative dedicate alla divulgazione della scienza.
“Bright 2016”, questo il nome dell’evento, grazie a un progetto europeo che raduna tutte le Università e i centri di ricerca della Toscana, porterà per le vie e le piazze della città esperimenti e dimostrazioni dal vivo, conferenze, seminari divulgativi, spettacoli, offrendo al pubblico la possibilità di conoscere da vicino i ricercatori e i segreti del loro lavoro. Coordinata dall’Università di Siena, con la responsabilità scientifica del professor Francesco Frati, grazie alla collaborazione del Comune di Siena, dell’Università per Stranieri di Siena e della Banca Monte dei Paschi di Siena, la Notte dei Ricercatori darà vita a un’occasione speciale di intrattenimento, animazione e apprendimento, pensata per coinvolgere tutti i cittadini.
Il Rettorato, Palazzo Pubblico, piazza Indipendenza, l’Accademia Chigiana, il plesso universitario del Laterino, piazza del Mercato, e, ancora, il Santa Chiara Lab, Sant’Agostino, San Francesco, piazza Salimbeni, il San Niccolò e Santo Spirito saranno i luoghi dove questa quinta edizione senese della Notte dei Ricercatori attiverà il dialogo con il pubblico attraverso le forme più interessanti di divulgazione, con linguaggi comprensibili, ma rigorosamente scientifici, con l’obiettivo di far conoscere la ricerca, i suoi metodi e i suoi risultati, essenziali per lo sviluppo della società e il miglioramento della qualità della vita di ognuno di noi.
Nuove tecnologie, patrimonio culturale, sviluppo sostenibile, salute e benessere, natura, saranno i filoni intorno ai quali sono state progettate tutte le attività di questo evento, dedicato quest’anno alla memoria di Valeria Solesin e Giulio Regeni, i due giovani ricercatori italiani morti mentre erano all’estero a svolgere il loro lavoro.
Sessantasei proposte differenti verranno portate in 18 luoghi con la partecipazione di oltre 200 ricercatori, che hanno pensato anche numerose attività dedicate ai bambini, con la collaborazione delle scuole e del progetto Siena for Kids, in risposta al grandissimo interesse manifestato per la scienza da parte di questo speciale ed esigente pubblico durante gli anni scorsi.
A concludere la giornata di festa sarà il grande concerto di Daniele Silvestri, in piazza del Campo, organizzato insieme a B-Side con la collaborazione dell’European Millennials Festival, la manifestazione dedicata ai giovani d’Europa, con il sostegno del Ministero dell’Università e della Ricerca, che per due giorni, fino a sabato 1 ottobre trasformerà Siena in un laboratorio internazionale delle giovani generazioni.
Il programma della Notte dei Ricercatori e del Millennials Festival sono stati presentati questa mattina in conferenza stampa dal rettore dell’Università di Siena, Angelo Riccaboni, dal sindaco Bruno Valentini, dal professor Frati, da Carlo Lisi, responsabile sponsorizzazioni Banca Monte dei Paschi di Siena e da Giuseppe Marrani, delegato alla ricerca dell’Università per Stranieri di Siena.
La Notte dei Ricercatori ha attivato a Siena importanti partecipazioni, come quella di numerose Istituzioni ed esercizi pubblici, che nei propri stand proporranno assaggi per cenare con lo “street food”.
Nell’ambito del programma di Siena della Notte dei Ricercatori si svolgeranno eventi anche ad Arezzo, Grosseto, Poggibonsi e Portoferraio.
Per conoscere i programmi e farsi coinvolgere nella grande festa si possono seguire tutti gli aggiornamenti e le anticipazioni sull’edizione 2016 su Facebook (www.facebook.com/brightoscana) e Twitter (@brightoscana #brightsiena #brightoscana #bright16).
I programmi dettagliati degli eventi nelle singole città sono sul sito web http://www.bright-toscana.it.
La Notte dei Ricercatori in Toscana è un progetto finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell’Unione Europea Horizon 2020 nell’ambito del grant n. 722944 – BRIGHT.