“E’ l’ora dell’evoluzione!”, il grido degli studenti che apre il nuovo anno scolastico
15 Set, 2016
studenti-striscione

Oggi, 15 settembre, è primo giorno di scuola per tutti gli studenti e tutte le studentesse di Siena e provincia ma anche per l’ Unione degli Studenti -Siena è il momento di tornare tra i banchi e di riaprire il dibattito sulla scuola.

Nel 1998 gli studenti di tutto il paese hanno conquistato lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti che sancisce i nostri diritti all’interno della scuola.
Ma quante volte ci è stato negato un diritto a scuola?
Liberà di espressione, valutazione chiara e tempestiva, diritto alle assemblee, mancanza di aule autogestite. Troppo spesso la nostra voce rimane inascoltata.
Nonostante esista lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti, questo viene spesso ignorato e questa condizione si è inasprita con la Buona Scuola (legge 107), che ha già palesato il suo fallimento.

Come Unione degli studenti non possiamo stare a guardare, non subiremo le decisioni prese sulle nostre teste. Sin da oggi irrompiamo nelle classi, distribuiamo banco per banco lo statuto delle studentesse.
La nostra campagna, “Stiamo Diritti – Students’ (R)Evolution”, nasce proprio dalla volontà di non abbassare la tesa, di non assistere passivamente alla drastica contrazione della democrazia, ma di dare il via a una stagione di riaffermazione dei nostri diritti. Proveremo ad intercettare le opinioni e i suggerimenti di chi vive il mondo della scuola, ci confronteremo sull’attualità dei diritti sanciti nello Statuto delle Studentesse e degli Studenti e proveremo ad immaginare soluzioni per vedere riconosciuti diritti di cui sentiamo l’esigenza ma che oggi non sono ancora sanciti.
Non siamo disposti a rimanere prigionieri di un modello di scuola che ci impedisce di diventare soggetti portatori di diritti e consapevoli. Combatteremo l’involuzione a cui ci hanno costretti.

Consapevolezza, conoscenza e partecipazione sono i nostri strumenti a disposizione per riprenderci il protagonismo nelle scuole: “Partecipa all’evoluzione”, sarà il nostro grido per liberare le scuole e riprenderci ogni spazio decisionale.

Unione Degli Studenti – Siena