Ztl, intesa tra Coldiretti Siena e Comune
25 Lug, 2014
coldirettisiena_800x532

E’ stato raggiunto l’accordo tra Coldiretti Siena e Comune di Siena per la regolamentazione dell’ingresso dei mezzi che riforniscono gli esercizi commerciali con i prodotti agricoli dentro la zona a traffico limitato. Un accordo che pur preservando il centro storico cittadino dall’intasamento dei mezzi, mette nelle migliori condizioni i fornitori delle materie prime fresche di poter accedere ai negozi e ai ristoranti.

Da oggi infatti tutti i mezzi che portano in centro prodotti agricoli, dalle verdura alla frutta, ma anche carne e altri derivati, avranno la possibilità di entrare nelle zona Ztl pagando un bollo di 120 euro annui con la possibilità di ingresso ogni mattina dal lunedì al sabato dalle 6 fino alle 10.

“Siamo soddisfatti di questo accordo raggiunto con il Comune di Siena – ha detto Fausto Ligas presidentedi Coldiretti Siena – perché ci permette di poter rifornire il centro storico dei prodotti di qualità della nostra agricoltura senza incorrere in una tassa aggiuntiva che sarebbe penalizzante per i nostri produttori agricoli”

“Non è stato difficile trovare l’accordo – ha detto Luigi Fanciulli presidente di Agrimercato di Siena – fino ad oggi i nostri produttori avrebbero dovuto pagare 250 euro all’anno per raggiungere negozi e ristoranti per rifornimenti urgenti di cibi freschi. Il confronto con gli assessori Fulvio Mancuso e Stefano Maggi è stato produttivo e abbiamo trovato un intesa che permette a tutti di lavorare in armonia”.

Siena è stata la prima città in Europa a mettere in vigore la zona a traffico limitato e questo rappresenta un valore aggiunto anche per i prodotti a chilometro zero provenienti dalle aziende agricole senesi che vengono poi venduti nel centro storico e cucinati nei piatti dei ristoranti che scelgono la qualità.

“Avere prodotti alimentari del territorio sempre freschi da poter vendere a turisti italiani e stranieri è fondamentale per i negozianti del centro storico che hanno bisogno di rifornimenti quotidiani – ha proseguito Fanciulli – allo stesso modo è necessario che la città sia libera da ingorghi di mezzi che portano i rifornimenti dopo una certa fascia oraria che rende il centro più godibile e pulito per tutti”.