Prima pagina

“Vogliamo un risarcimento danni”, commercianti di Piazza del Campo contro il Comune

Commercianti di piazza del Campo infuriati con il Comune: c’è pressapochismo, secondo loro, nel gestire l’allestimento della Piazza per il Palio ed il conseguente smontaggio e rimozione di palchi e tufo. A subirne le conseguenze sono proprio le attività commerciali che non possono lavorare con tranquillità. “E’ dall’8 agosto che portiamo pazienza ma ora non ne possiamo più – ha detto stamani Andrea Bellandi parlando a nome dei commercianti di piazza nell’intervista ad Antenna Radio Esse -. Prima erano operazioni che si facevano in pochi giorni, ora non pagando più gli straordinari agli operai i tempi per rimettere a posto la piazza si allungano sempre di più. Per noi è un danno economico non poter mettere fuori i tavolini, ma è un danno di immagine anche per la città. Ci sono turisti che rimangono perplessi vedendo la piazza invasa da camion e ruspe come avviene oggi. Questo si aggiunge ai disagi dei giorni del Palio che si potevano evitare se l’amministrazione comunale fosse stata più disponibile nei nostri confronti, invece ci hanno vietato di mettere i tavolini fuori lasciando poi la piazza aperta e quindi calpestata e rovinata comunque. Noi vogliamo un risarcimento danni non dal Comune ma da chi ha assunto questa decisione dentro il Comune. Abbiamo cercato un colloquio con sindaco o assessori ma sono tutti in ferie, un tempo questo non succedeva, prima si chiudevano le questioni paliesche e poi si pensava al riposo”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena