Virtus chiude il Join the Game tra le migliori 8. Braccagni trionfa nel tiro da tre
22 Mag, 2017
join finals 3

Una grande Virtus termina ai quarti di finale la propria avventura alle Finali Nazionali del Join the Game 3 contro 3. Nella 2 giorni di Jesolo, nella categoria Under 13, i rossoblù non riescono ad approdare alle semifinali per lo scudetto, dopo aver vinto con pieno merito il girone eliminatorio. Si tratta di un risultato straordinario per il quartetto composto da Marco Braccagni, Leonardo Cannoni, Francesco Gazzei e Filippo Nikiforakis, 4 ragazzi nati e cresciuti in Piazzetta Don Perucatti, così come il loro allenatore Andrea Spinello. Concludere tra le prime 8 d’Italia non può che essere il punto di partenza per i ragazzi e per la società tutta per cercare sempre di crescere e migliorarsi. Nella seconda giornata di gare, la Virtus è stata inserita in un girone di ferro con la favoritissima Trieste, Barcellona Pozzo di Gotto e Alghero. Il primo match contro Alghero si è concluso in parità sul 13 a 13, con i rossoblù beffati sulla sirena da un fallo a centrocampo, che ha permesso ai sardi di conquistare il punto della parità. Seconda gara di giornata contro la fortissima Trieste, che qualche ora più tardi ha conquistato lo scudetto. Partita finita sul 17-11 per i giuliani. Nell’ultimo e decisivo incontro i rossoblù non sono riusciti a battere Barcellona Pozzo di Gotto, venendo eliminati dalla competizione tricolore.
Un premio molto importante è comunque arrivato per la Virtus. Nella gara del tiro da 3, infatti, ha trionfato Marco Braccagni, vincendo il turno eliminatorio e battendo i rivali in un’agguerritissima finale. Il giovane virtussino classe 2004 si porta così a casa il titolo di miglior tiratore da 3 punti delle Finali Nazionali del Join the Game.

Il commento di coach Andrea Spinello: «Era la nostra prima esperienza alle finali nazionali ed è stato veramente tutto bellissimo. Ricorderemo questa avventura per tutta la vita e non vediamo l’ora di ripeterla. Nella prima giornata di finali abbiamo sempre vinto, mentre nella seconda abbiamo pianto, sia per l’eliminazione che per la vittoria nella gara del tiro da 3 di Marco Braccagni. E’ la prima volta in stagione che questi ragazzi conoscono il sapore amaro della sconfitta, per questo ci sono rimasti male, ma sono tutte esperienze che ci serviranno per crescere, anche in vista delle finali regionali del campionato Under 13 a cui parteciperemo a inizio giugno. Ringrazio la società che ci ha messo tutto a disposizione per questi 2 giorni, ed anche chi mi ha dato la possibilità di allenare una squadra di questo tipo».