Vietato inzuppare i cantucci nel vin santo: ecco perchè
12 Feb, 2019
etichetta no canticci nel vin santo

Vietato inzuppare i cantucci nel Vin Santo. Può sembrare incredibile, ma è quanto stampato nelle etichette delle bottiglie di Vin Santo appunto dell’azienda Rocca di Montegrossi di Gaiole in Chianti, che ha messo al bando la consolidata tradizione toscana. Tradizione che, da tempo, ha valicato ormai i confini regionali e nazionali. Il motivo di tanta “severità” l’ha spiegato ai microfoni di ARE il titolare dell’azienda Marco Ricasoli: “Andando in giro per il mondo – ha raccontato – mi sono imbattuto spesso in questa consuetudine e questo mi faceva molto arrabbiare, perchè credo che ci siano abbinamenti che esaltano di più il vin santo. E’ vero che il biscotto inzuppato è una tradizione, ma forse nasce dal fatto che molti prodotti a livello qualitativo lasciano molto a desiderare, quindi è forse più per nascondere il difetto del vin santo che la qualità del biscotto. Quando si parla di vin santo del Chianti Classico, di quello di Rocca di Montegrossi che produco, si parla di prodotti di alta qualità e per esaltare le loro caratteristiche olfattive e gustative sicuramente il biscotto inzuppato non è la maniera più giusta”.