Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Viabilità e accesso alla Federigo Tozzi e all’International School of Siena al centro di un’interrogazione in consiglio comunale

Il miglioramento della viabilità e dell’accesso, con relativi interventi, ai plessi scolastici Federigo Tozzi e International School of Siena in Strada Petriccio e Belriguardo è stato il tema oggetto dell’interrogazione urgente presentata ieri in Consiglio comunale da Alessandro Masi e Luca Micheli.

La nuova scuola internazionale, come ha evidenziato Masi, adiacente ad un altro plesso scolastico come la Tozzi ha fatto registrare un incremento del flusso veicolare in una zona già soggetta a difficoltà di traffico e sosta, che ha impegnato la Giunta comunale a destinare una parte degli oneri di urbanizzazione al miglioramento della viabilità e dei quartieri interessati. Il consigliere ha ricordato una precedente interrogazione con la quale era già stato chiesto di conoscere le soluzioni su via G. Milanesi per consentire agli utenti dell’ISS di utilizzare una via diversa da quella che attualmente attraversa le pertinenze della scuola pubblica e il cui accesso dovrebbe essere solo pedonale; ma anche quali fossero i progetti per una maggiore fluidità e sicurezza nel transito e nell’attraversamento degli incroci su Strada Petriccio e Belriguardo. Nonostante le rassicurazioni ricevute dal vicesindaco sugli interventi che sarebbero stati eseguiti, ad oggi, ha lamentato Masi, nulla è ancora cambiato. Non è stato neppure istituito, per ragioni di sicurezza, un divieto di transito, ad eccezione di casi particolari, per le autovetture che trasportano gli alunni nella strada di accesso di entrambe le strutture.

Per questi motivi la richiesta di conoscere, visto che è appena iniziato il nuovo anno scolastico, se l’amministrazione abbia consapevolezza dei rischi ingenerati da questa situazione e se abbia intenzione di intervenire con urgenza istituendo, in modo condiviso con i due plessi, il suddetto divieto di transito.

A rispondere il vicesindaco il quale ha spiegato che la presenza in quel tratto di strada di un divieto di accesso alle autovetture, ad eccezione degli autorizzati, è già presente da molti anni come stabilito da un’ordinanza del 1997, preceduta nel 1996 dall’istituzione di un limite di velocità di 20 km all’ora, ed è presente la segnaletica verticale a inizio della via per informare gli automobilisti. La risposta alla domanda dei consiglieri esisteva dunque già da 20 anni, ha sottolineato il vicesindaco.

L’aula è stata poi informata sui possibili interventi di sistemazione dell’area che presenta errori progettuali non imputabili a questa amministrazione, che non condivide le scelte effettuate a suo tempo e ne sconta le conseguenze, come è stato ribadito. Per porre rimedio al fatto che ci sia un solo accesso pedonale su via Milanesi che rischia di congestionare l’unico accesso pedonale su Strada di Petriccio e Belriguardo, si potrà intervenire con una variante che non appena possibile sarà oggetto di riflessione e valutazione. Il vicesindaco ha infine illustrato i risultati di una rilevazione effettuata dalla Polizia Municipale: dalle ore 7.40 alle ore 8.45 sono stati registrati 138 transiti in entrata e 57 in uscita in quel tratto di strada. Numeri importanti ma non allarmanti, anche se la vicinanza di un passaggio di auto alla presenza di bambini e giovanissimi rappresenta sempre un pericolo.

Nella replica Masi si è detto totalmente insoddisfatto, a partire dal fatto che c’è un divieto di transito, ma si transita ugualmente; invece che contare le auto si farebbe meglio a controllare chi sono gli autorizzati e il rispetto stretto dei limiti di velocità. Dopo aver rivolto un invito all’amministrazione a vigilare, Masi, ricordando che il Piano Operativo è in chiusura, ha chiesto al Comune di intervenire con un’auto-osservazione che consenta di sistemare la viabilità da via Milanesi e mettere, così, in sicurezza i bambini che vanno a scuola a piedi.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena