Prima pagina

Veterinario ucciso in Tunisia. Chiusdino attende il ritorno della salma di Atticciati.

Sarà riportata a casa, forse, questa settimana la salma di Fabio Atticciati, il veterinario originario di Chiusdino ucciso lo scorso mercoledì ad Hammamet in Tunisia. Il 56enne si trovava in Nord Africa, ospite di una coppia di amici francesi, per trascorrere una breve vacanza che si sarebbe dovuta concludere ieri pomeriggio. Purtroppo però nel giro di pochi istanti quello che doveva essere un breve periodo di break dai ritmi frenetici del lavoro è trasformato in una drammatica tragedia. Atticciati ha trovato la morte dopo essere stato aggredito e ferito in un tentativo di rapina avvenuto nel parcheggio di un centro commerciale di Hammamet. La polizia locale intervenuta sul posto ha bloccato un sospettato. A dare la notizia della morte del 56enne è stata la stessa Farnesina che ad oggi, insieme all’ambasciata italiana in Tunisia, sta effettuando le pratiche per riportare il feretro di Atticciati nel senese. Disperazione e dolore a Chiusdino dove il veterinario lascia la madre ed alcuni familiari.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

I più letti