Valentini vs Scaramelli: la partita è ancora aperta. Mazzini si schiera con il primo cittadino
12 Apr, 2016
valentini scara

Paolo Mazzini prende le difese del primo cittadino Bruno Valentini dopo le polemiche di questi giorni e dopo la presa di posizione del consigliere regionale Scaramelli che ha definito “fenomeno” il primo cittadino senese.
“Il Sindaco di Siena va rispettato -afferma -. Chi ricopre ruoli istituzionali dovrebbe avere come priorità il bene dei cittadini e non la polemica autoreferenziale”.
“Ritengo che le prospettive di sviluppo e la soluzione di alcuni problemi della nostra città non possano che passare attraverso un rapporto stretto e collaborativo con le istituzioni dei livelli superiori: Regione e Governo in primis”. “ Su questioni come il Santa Maria della Scala o i rifiutila dimensione della città e delle sue istanze è chiaramente superiore a quella fisica e amministrativa. Proprio per questo sono convinto che Siena e il suo territorio abbiano necessità di fare affidamento sui propri rappresentanti istituzionali, a tutti i livelli, in un quadro di leale e corretta collaborazione.
Abbiamo di fronte tante sfide, su cui la città e l’Amministrazione Comunale sono impegnati in maniera incessante: la dialettica può essere comprensibile se rivolta al raggiungimento di obiettivi comuni, diventa incomprensibile e inutile se non si occupa dei problemi dei cittadini e del futuro diquesta terra. Per questo, chi ricopre ruoli istituzionali dovrebbe utilizzare un linguaggio consono, appropriato e moderato, e porsi in una condizione di dialogo proficuo con il proprio territorio di riferimento”.