Prima pagina

Valentini: “Impegni importanti presi da Anas, vigileremo perchè vengano attuati nei modi e nei tempi previsti”

“Insieme alla Regione stavamo insistendo da tempo con Anas perchè ci fosse un cambio di passo sulla Siena-Firenze, ma anche su altre strade che collegano Siena al resto della Toscana e l’Anas ha finalmente risposto con degli impegni importanti, che noi seguiremo perchè vengano attuati nei tempi e nei modi che hanno dichiarato”. Lo ha detto il sindaco di Siena Bruno Valentini intervenendo stamani in diretta ad ARE per commentare l’incontro di ieri con il Presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani e il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. “In questo momento sulla Siena-Firenze – ha proseguito Valentini – sono in corso interventi per circa 15 milioni di euro, altri 15 ne verranno aggiunti sempre quest’anno. Questi interventi sono finalizzati a ristendere l’asfalto, che in alcuni punti è davvero penoso, a migliorare guard rail e a realizzare un alpliamento della carreggiata, con spazio laterale tale da consentire una migliore sicurezza al traffico che, come ha detto ieri Armani, è altissimo: per esempio, tra Badesse e Monteriggioni, transitano 30 mila veicoli al giorno, con punte di 35mila nel mese di luglio. Una percorrenza superiore a quella della Salerno Reggio-calabria, che “stressa” la strada e richiede interventi importanti. Oltre a questi 30 mln, altri 70 sono previsti nel trienno 2017-19 altri 70 milioni, di cui circa metà verranno impegati per viadotti e gallerie, che sono stati fatti tanti anni fa ed hanno bisogno di manutenzione”
La ‘Palio’ potrà usufruire quindi di alcune migliorie, ma non si ipotizza il pedaggio, come era stato detto in passato. “Il pedaggio non è considerato, tra le novità c’è il potenziamento della vieosorveglianza e stanno pensando di mettere il sistema tutor, che controlla la velocità media, che però dovrà essere alzata, perchè altrimenti non ha senso”.

Altri nodi la Siena-Bettolle e la Siena-Grosseto.
“Per la Siena-Bettolle il problema è l’asfaltatura e provvederanno. Per quanto riguarda la Siena-Grosseto, la buona notizia è che i 250mila euro che servono per completarla ci sono tutti. Sul lotto ora in costruzione, nei pressi di Petriolo c’è una problema che riguarda le terre di scavo. Le terre lì sono ricche di arsenico e, con la normativa attuale, non possono essere ricollocate sul posto – anche se sembra paradossale perchè ci sono sempre state – ma andrebbero smaltitre altrove, con un costo, solo per questo lotto, di 20 milioni, che non ci sono e comporterebbero una perizia di variante ed un allungamento dei tempi. Sta lavorando anche la Regione perchè il governo possa fare una modifica normativa per risparmiare sia soldi che tempo”.

Altra questione affrontata dal sindaco è stato il palio e l’allarme terrorismo.

“Il pericolo riguarda tutto il paese, non ci sono notizie particolari su Siena, ma ovviamente in questo momento una manifestaziioe che ha la risonanza del palio va attenzionata. Oltre ai controlli delle forze dell’ordine, che verranno estesi, sarà preziosa la collaborazione dei cittadini e dei contradaioli per rilevare comportamenti strani o anomali, che potrebbero far scattere le indagini e prevenire”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena