Vaccini, Scaramelli: “Ripensamento importante del governo. La Toscana ha inciso sulla decisione”
6 Set, 2018
Scaramelli

Dietrofront del governo sul tema vaccini. Dopo il caos e le polemiche dei giorni scorsi si è deciso di lasciare tutto come era: dunque per poter iscrivere i bambini agli asili nido o alla scuola materna sarà necessaria la certificazione della Asl che attesta l’effettuazione dei dieci vaccini obbligatori. La decisione è arrivata ieri, poche ore dopo il via libera della commissione Sanità della Regione Toscana alla legge che disciplinava appunto l’obbligo vaccinale. Ai microfoni di ARE il presidente della commissione regionale Stefano Scaramelli. “Una notizia che è arrivata nello stesso giorno in cui la Toscana ha fatto la propria legge e questo è significativo, perchè questo dimostra che la nostra regione quando si muove è in grado di incidere sulle dinamiche nazionali. Un ripensamento positivo, perchè se i vaccini sono obbligatori, se l’Istituto Superiore di Sanità dice che vanno fatti, se c’è un’emergenza, è evidente che devi avere un quadro normativo che si adegua a quegli aspetti”