Vaccini, Bagnoli: “Lavoriamo per convincere chi ancora non si fida”
12 Apr, 2018
vaccino_640x471

La percentuale non è rilevante, ma ci sono ancora alcuni genitori che in provincia di Siena non hanno fatto vaccinare i propri figli. Sono 121 nella prima fascia di età – cioè tra gli 0 e i 6 anni – quella in cui, in base a quanto stabilisce la legge nazionale entrata in vigore a luglio, le vaccinazioni sono obbligatorie per iscrivere i bambini ad asili nido e scuole materne. A fare il punto della situazione ad Antenna Radio Esse è intervenuta in diretta la dottoressa Alessandra Bagnoli, responsabile della rete vaccinale dell’Asl Toscana Sud Est. “Da luglio, da quando cioè è partita la legge sull’obbligo vaccinale, lavorando insieme ai pediatri abbiamo recuperato moltissimo, anche perchè non tutte le famiglie che avevano bambini non vaccinati era perchè fossero contrari alle vaccinazioni: c’è chi se ne è scordato, chi magari l’ha fatta altrove e non era stata registrata, ci sono anche queste situazioni. Nel complesso dunque abbiamo avuto un ottimo recupero, tanto che nella nostra Asl sud est, per il morbillo-parotide-rosolia, tanto per fare un esempio calzante in questo momento, abbiamo raggiunto il 93,3% della copertura e siamo dunque molto vicini alla soglia di sicurezza indicata nel 95%. Adesso dobbiamo incidere ancora di più e convincere chi ancora non ha vaccinato i propri figli”.