Vaccinazioni in aumento in Toscana, superata la soglia del 95%
27 Lug, 2018
vaccini

In aumento tutte le vaccinazioni in Toscana nel 2017. La Regione ha inviato alle direzioni di tutte le aziende sanitarie toscane il report sulle coperture vaccinali eseguite nel 2017. Il trend positivo riguarda tutte le vaccinazioni, la soglia del 95% fissata dai Lea (Livelli essenziali di assistenza) e dal Piano nazionale prevenzione vaccinale è raggiunta per l’esavalente, anche se i risultati più evidenti si possono apprezzare nelle coperture per la vaccinazione anti morbillo-parotite-rosolia (MPR), dove la media regionale a 24 mesi è aumentata di oltre 4 punti percentuali rispetto al 2016: dall’89,38% al 93,51%. La copertura vaccinale anti poliomielite, considerata come indicatore per il vaccino esavalente, si attesta al 95,78%, guiadagnando un +1,41% rispetto al 2016.

“Questo risultato importante deriva dalla sinergia di diversi fattori – commenta l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi -, non ultimo la legge che nel 2017 ha introdotto misure più stringenti sull’obbligo vaccinale, che hanno incoraggiato le famiglie più esitanti a riflettere sui propri convincimenti. Anche se gli effetti positivi dell’obbligo saranno più evidenti nel corso del 2018. Nonostante questo miglioramento, è fondamentale non abbassare la guardia, per ottimizzare gli sforzi sostenuti fino ad oggi. Anche perché è necessario recuperare i bambini più grandi non vaccinati”.

Questo il confronto tra le coperture vaccinali raggiunte nel 2017 e nel 2016:

– antipolio: 94,37% nel 2016, 95,78% nel 2017

– difterite: 94,41% nel 2016, 95,68% nel 2017

– tetano: 94,61% nel 2016, 95,84% nel 2017

– pertosse: 94,41% nel 2016, 95,68% nel 2017

– epatite B: 94,09% nel 2016, 95,35% nel 2017

– morbillo: 89,38% nel 2016, 93,51 nel 2017

– parotite: 89,30% nel 2016, 93,42 nel 2017

– rosolia: 89,35% nel 2016, 93,47 nel 2017

– meningococco C: 90,66% nel 2016, 92,71% nel 2017

Decisamente migliorato anche il tasso di copertura per la varicella: al 31 dicembre 2017 si registra una copertura pari all’87,08%, +11,08 rispetto al 2016.

Epidemia di morbillo

Nel corso del 2017 si è verificata anche in Toscana, come nel resto d’Italia, un’epidemia di morbillo: 397 casi, di cui 59 tra gli operatori sanitari. Nel 2018, la situazione è notevolmente migliorata: ad oggi risultano segnalati 67 casi, di cui 4 tra gli operatori sanitari.

Per quanto riguarda la mancata vaccinazione per morbillo, al 31 dicembre 2017 risultano non vaccinati 2.040 bambini nati nel 2015: tra le motivazioni più significative, 417 bambini hanno avviato il percorso di recupero delle vaccinazioni non effettuate, 377 hanno espresso un dissenso informato temporraneo, 372 risultano rintracciati/contattati, ma non presentatisi, 308 hanno espresso un dissenso informato definitivo.

Avvio del percorso di recupero di vaccinazioni non effettuate

In Toscana la legge nazionale sull’obbligo delle vaccinazioni ha prodotto il suo effetto. Dal 7 giugno al 31 dicembre 2017, i bambini e i ragazzi che hanno avviato il percorso di recupero di vaccinazioni non effettuate in tutte le classi di età (0-16 anni) sono stati 30.586, oltre la metà dei quali, 17.050, nella fascia di età 0-6 anni.

Dal 7 giugno 2017 al 31 marzo 2018 sono stati 41.854 i bambini e ragazzi in tutte le fasce di età (0-16 anni) in regola con le vaccinazioni obbligatorie; di questi, 20.361 nella fascia di età 0-6. Rispetto ai dati al 31 dicembre 2017 c’è stato un recupero di 11.268, di cui 2.570 nella fascia 0-6 anni.

Dal 7 giugno 2017 al 21 giugno 2018 i “recuperati” in tutte le fasce di età (0-16 anni) sono stati 44.424; di questi, 20719 nella fascia di età 0-6.

Inadempienti

Al 31 dicembre 2017 il numero di bambini e ragazzi inadempienti (cioè che non hanno fatto almeno una delle vaccinazioni obbligatorie) in tutte le fasce di età (0-16) era di 127.968, di cui 15.877 nella fascia di età 0-6 (su una popolazione di 140.546).

Una precisazione necessaria: tra i ragazzi più grandi, circa un terzo è risultato inadempiente perché non ha eseguito la quinta dose di vaccino antipolio (entro i 18 anni), introdotta solo di recente dall’ultimo Piano vaccinale nazionale. In questo caso, non si tratta quindi di ragazzi che rifiutano la vaccinazione, ma che semplicemente non hanno avuto il tempo di effettuare l’ultima dose di antipolio.

Al 31 marzo 2018, il numero di bambini e ragazzi inadempienti in tutte le fasce di età (0-16) era di 116.700, di cui 12.566 nella fascia di età 0-6.

Al 21 giugno 2018, il numero di bambini e ragazzi inadempienti in tutte le fasce di età (0-16) è pari a 114.130, di cui 12.188 nella fascia di età 0-6.

Vaccinazione antimeningococco C

Nell’ambito della campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco C, varata dalla Toscana nell’aprile 2015 (e prorogata fino al dicembre 2018), da aprile 2015 al 31 dicembre 2017 sono state somministrate in totale 934.120 vaccinazioni, di cui: 233.189 nella fascia di età 11-20, 417.733 fascia 20-45, 283.198 fascia oltre i 45.

Il tasso di copertura vaccinale antimeningococcica nei nati nel 2015, al 31 dicembre 2017 ha registrato un buon livello, attestanodsi al 92,71%, con un aumento del 2,05% rispetto al 2016.

Vaccinazione antinfluenzale

La vaccinazione antinfluenzale è lo strumento più efficace per prevenire le malattie e ridurre significativamente complicanze, ospedalizzazioni e decessi. Ma negli ultimi anni, in Toscana come nel resto d’Italia, il livello di copertura della vaccinazione antinfluenzale ha subìto una significativa flessione. Il minimo storico nella copertura vaccinale degli ultra65ennisi è registrato nella stagione 2014-2015: 50,6%. Nella scorsa stagione 2017-2018 la copertura vaccinale è risultata pari al 55,3%: in miglioramento, ma ancora molto lontana dall’obiettivo minimo di copertura vacicnale fissato al 75%.

Nella stagione influenzale 2017-2018 sono stati segnalati al sistema di rilevazione 63 casi gravi e complicati di influenza, con 15 decessi.