“Va bene il risanamento, ma serve prima di tutto chiarezza”. Pinciani (Associazione Confronti) interviene sul bilancio in rosso del Pd
8 Gen, 2016
Alessandro Pinciani

800 mila euro di passivo nel bilancio del Partito Democratico sono una cifra da chiarire per l’associazione Confronti che chiede trasparenza al segretario Micheli. Proprio i vertici del pd ieri hanno presentato un piano di rientro ma per l’ala moderata del partito non basta, serve un chiarimento su come sono maturati questi debiti.
“Vogliamo tenere alto un confronto all’interno del pd – ha detto Alessandro Pinciani ad Antenna Radio Esse -. E’ finito il tempo dei coperchi ora serve trasparenza; pur apprezzando il piano di risanamento presentato oggi chiediamo che venga fatta chiarezza sui bilanci, su come è maturato il debito e per questo chiediamo che vengano pubblicati on line i resoconti annuali come il Pd nazionale sta facendo da anni. Per essere credibili dobbiamo capire quali sbagli sono stati fatti, lo dobbiamo agli iscritti, agli attuali amministratori, ai cittadini. Chi ha guidato il partito negli ultimi anni non ha capito che non era più il momento dell’opulenza e ha amministrato come si faceva nel passato andando al di sopra delle possibilità”.