UniSi: “Scatta lo scaffale”, un concorso a premi in biblioteca
29 Apr, 2016
Università biblioteca

Al via all’Università di Siena il concorso fotografico-letterario “Scatta lo scaffale. Istantanee narrative”. I volontari del Servizio Civile Nazionale insieme al Sistema Bibliotecario di Ateneo (Sba) propongono agli utenti delle biblioteche un contest di foto e parole, per concorrere alla vincita di vari premi.
Attraverso una foto originale corredata da una frase, gli utenti sono invitati a condividere il proprio scaffale ideale, di libri e di oggetti.
Mediante questo concorso lo Sba intende promuovere i servizi bibliotecari dell’Università di Siena e in particolare quelli della nuova piattaforma di ricerca bibliografica interateneo OneSearch. Online da ottobre 2015, OneSearch permette l’accesso alle risorse bibliografiche delle biblioteche della Toscana, offrendo in rete numerosi servizi. Tra questi, “Vicini sullo scaffale”, la funzione che permette di curiosare e scoprire quali libri sono presenti accanto a quello cercato.
Per partecipare, dal 2 al 25 maggio 2016 sarà possibile inviare i propri elaborati via mail: concorso.sba@gmail.com. Le proposte pervenute saranno pubblicate sulla pagina facebook dello Sba in forma anonima, dal 30 maggio all’8 giugno 2016. In questo periodo il pubblico potrà votare gli elaborati, esprimendo la propria preferenza.
I dieci elaborati che avranno ricevuto più “mi piace”, passeranno alla seconda fase di selezione e saranno sottoposti al giudizio della giuria composta da professionisti e rappresentanti del consiglio studentesco. Tra i premi in palio, anche l’opportunità di partecipare gratuitamente a un corso di fotografia. La premiazione avverrà il 24 giugno nel corso di un evento presso il Rettorato e successivamente sarà allestita una mostra in Sala Rosa.
Informazioni su www.sba.unisi.it/home/progetti/scatta-lo-scaffale-concorso-fotografico-letterario

La diffusione del concorso è in collaborazione con i Volontari del Servizio Civile Nazionale, progetto “Biblionarrando: comunicazione efficace in biblioteca”, Università di Siena, anno 2015/2016.