Calcio Facebook Posts Home Slide Show Sport

Una pazza Robur pareggia con la Flaminia: va sotto di tre e rimonta con Guidone e Haruna

A due anni di distanza dal derby con l’Arezzo il Siena regala un’altra rimonta di tre gol, salvando così la faccia e portando a casa un punticino tutto sommato utile in ottica playoff. Gilardino, senza i difensori centrali titolari Farcas e Carminati (più Terigi e Crocchianti, che ha appena rescisso il contratto), lancia dal primo minuto Guarino, a fianco a lui Ruggeri, a sinistra c’è Martina e a destra Ilari, lui il 2002 scelto tra i titolari, a scapito di Mignani che va in panchina. Davanti torna Guidone, che ha risolto il mal di schiena e parte largo a sinistra nel tridente completato da Orlando e Gibilterra. Proprio Gibilterra butta al vento il possibile 0-0 alla mezz’ora, poco dopo, nel giro di tre minuti, Sirbu e Ferrara portano la Flaminia sul doppio vantaggio. La ripresa si apre con l’espulsione di Sirbu, ma a segnare sono ancora gli ospiti: fallo di mano di Sare, rigore che Narduzzo para per la quarta volta in stagione ma è tutto inutile, Cruz nel tap-in fa 2-0. Gilardino nell’intervallo aveva richiamato D’Iglio, uno dei migliori, e Gibilterra, dentro Padulano e il debutto di Guberti per uno spericolato 4-2-4 che non porta a nessun beneficio. Fino al 74’: una bella punizione di Guberti termina in porta dopo un tocco forse di Gasperini anche se Guidone reclamerà la rete in sala stampa. È la scintilla che apre alla rimonta: Haruna da angolo sempre di Guberti trova il 2-3 dopo un’uscita a vuoto del portiere, Guidone firma il pari su assist di Martina dopo una grande intuizione di Bani. Succede poco nel finale, il pari è comunque il terzo risultato utile consecutivo e consente di accorciare di un punto dal quinto posto, distante quattro lunghezze. Adesso la Serie D si ferma, si riprenderà il 21 marzo in trasferta sul campo del Grassina.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena